PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

Home E In evidenza E Calderone: sicurezza, formazione e prevenzione raddoppiando i controlli

Calderone: sicurezza, formazione e prevenzione raddoppiando i controlli

Calderone: sicurezza, formazione e prevenzione raddoppiando i controlli

Roma, 6 giugno 2024 – Il ministro del lavoro Elvira Calderone ha evidenziato l’importanza di investire nella cultura della sicurezza sul lavoro, sottolineando l’esigenza di educare i giovani a diventare portatori di un messaggio di prevenzione nei confronti delle loro famiglie e del mondo del lavoro. Questo tema è stato al centro di un incontro all’istituto Bearzi di Udine, frequentato da Lorenzo Parelli, lo studente diciottenne tragicamente scomparso il 22 gennaio 2022 durante l’ultimo giorno del suo tirocinio in un’azienda friulana.
“Per noi è fondamentale investire nella cultura della sicurezza, facendo comprendere ai giovani che sono portatori di un messaggio nei confronti delle famiglie e del mondo del lavoro. In generale, bisogna avere la massima attenzione su come ci comportiamo nei luoghi di lavoro, a scuola, ma anche per le strade, visto che ci sono numerosi incidenti proprio lungo i percorsi che separano la casa dalle scuole e dai luoghi di lavoro,” ha dichiarato Calderone.
Il ministro ha inoltre ricordato che in Parlamento è in discussione una proposta di legge, firmata dall’onorevole Walter Rizzetto, riguardante l’insegnamento della sicurezza sul posto di lavoro nelle scuole. “Noi la sosteniamo convintamente perché riteniamo che sia essenziale fare formazione verso i giovani e far comprendere loro le regole basilari nella gestione di un rapporto di lavoro e in come deve essere svolto nella massima sicurezza,” ha aggiunto.
Calderone ha poi annunciato un significativo incremento delle ispezioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro. “Contiamo, nell’arco di un anno, di raddoppiare il numero delle ispezioni in Italia. Abbiamo introdotto con il decreto Pnrr Bis una serie di norme tra cui il potenziamento dei sistemi di controllo con l’ingresso di altri 300 ispettori, che si aggiungono al contingente tecnico che ha ultimato la formazione recentemente. A questi si aggiungeranno altri 466 ispettori che devono essere assunti,” ha proseguito il ministro.
“È una misura che necessita di ulteriori interventi di sensibilizzazione nei confronti del mondo delle imprese, dei lavoratori e dei loro organi di rappresentanza, ma su questo tema è fondamentale anche quello che si fa in luoghi di formazione come questo Istituto,” ha concluso Calderone, ribadendo l’importanza di iniziative educative e formative per migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro e prevenire tragedie come quella di Lorenzo Parelli.

La Rete ANMIL

SCOPRI IL NOSTRO 5 X 1000

COME UTILIZZIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO