Basilicata e Calabria: 52 arresti in blitz anticaporalato

11 giugno 2020 – Sequestrate 14 aziende agricole di cui 12 in Basilicata. L’operazione anti-caporalato condotta dalla Guardia di Finanza cosentina ha portato ieri all’arresto di 52 persone.
Ammonta ad oltre otto milioni di euro il valore delle aziende agricole sequestrate ieri mattina nell’ambito dell’operazione «Demetra» contro il caporalato.
Confiscati inoltre venti automezzi che venivano utilizzati per condurre i migranti nei campi di lavoro. I «caporali», appartenenti al primo sodalizio criminale, composto da 47 persone, gestivano i rapporti con le aziende. I braccianti percepivano 80 centesimi a cassette di agrumi raccolte e tendenzialmente a questo tipo di lavoro erano destinati pakistani o uomini provenienti dall’Africa. Per la raccolta delle fragole venivano impiegate, invece, donne dell’est Europa che ottenevano come compenso 28 euro al giorno, ai quali venivano detratti i costi di trasporto e vitto, nonostante le condizioni di lavoro fossero comunque disumane.