22 ottobre 2019 – È stato trovato morto l’autista disperso da lunedì 21 ottobre a causa del maltempo nell’alessandrino. Fabrizio Torre, di 52 anni, è rimasto travolto da un’onda di acqua e fango: era partito dall’aeroporto di Genova con un passeggero straniero, che avrebbe dovuto accompagnare al Golf Club Villa Carolina, ma nei pressi del resort, a Capriata D’Orba, l’auto è stata bloccata dall’acqua. L’ultimo tentativo disperato del lavoratore è stato quello di chiamare i titolari dell’azienda per cui lavorava, la Regiardo&Speroni: “Sentivamo delle voci chiedere aiuto, ma nel buio i soccorritori hanno avuto non poche difficoltà”, spiega Angelo Regiardo, che con la figlia Marta è titolare dell’azienda di auto a noleggio con conducente. Non riuscendo più a mettersi in contatto con il suo autista, trovato questa mattina morto nei campi, l’uomo si è precipitato a Capriata d’Orba, nella zona di Villa Carolina, dove i due erano diretti.
“L’acqua era troppo bassa per l’uso del gommone – sostiene – e troppo altra per procedere a piedi. Ad un certo punto, nonostante gli sforzi dei soccorritori, le voci sono sparite. E’ stato terribile…”.
E’ stato dimesso in serata dall’ospedale di Alessandria il cittadino straniero, passeggero dell’auto, che si è salvato dal maltempo aggrappandosi ad alcuni alberi. I medici hanno sciolto la prognosi, che al momento del ricovero era riservata, dopo un pomeriggio in osservazione. I parametri vitali erano buoni e si è così provveduto alle dimissioni.