Roma, 18 ottobre 2021 – Al via da domani nelle commissioni Lavoro e Giustizia del Senato il ciclo di audizioni sul ddl del MoVimento 5 Stelle che istituisce la Procura nazionale del Lavoro. All’incontro, che si svolgerà in video conferenza, partecipano il direttore generale dell’Ispettorato del Lavoro Bruno Giordano,  alcuni rappresentanti dell’ANMIL (la vicepresidente Debora Spagnuolo e il legale ANMIL Alessandra Guarini), i rappresentanti dell’associazione “In Marcia” e di Cna, i Procuratori di Trento e Avellino, Michele Lepore, docente di diritto del Lavoro della facoltà di Giurisprudenza dell’Università Lumsa di Roma e i rappresentanti dell’ associazione “Il mondo che Vorrei”.
“Dopo il via libera del governo al decreto Fisco e Lavoro, che contiene nuove misure a tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro – affermano i senatori del M5S Iunio Valerio Romano, Susy Matrisciano, Barbara Guidolin, Nunzia Catalfo e Sergio Romagnoli – anche il Parlamento intende dare il proprio contributo e fare la propria parte, accelerando l’iter per l’esame della proposta di legge. Introdurre la Procura nazionale del Lavoro, approvando in tempi rapidi la legge, significa aggiungere un altro fondamentale tassello al piano di interventi in tema di sicurezza del lavoro, avviato in questi anni e in ultimo dal Governo. In questi mesi abbiamo sempre invitato le altre forze politiche a fare fronte comune. Questa deve diventare una battaglia di tutti per il diritto al lavoro e alla vita”. “Il sangue ha un solo colore e questa lunga scia di morte, che ogni giorno si consuma nei luoghi di lavoro, va fermata. Abbiamo il dovere remare tutti nella stessa direzione senza steccati né divisioni”, concludono i senatori del MoVimento 5 Stelle.