ANMIL parte civile per il disastro del Mottarone

18 gennaio 2024 – Ha preso il via ieri a Verbania l’udienza preliminare sul disastro della funivia del Mottarone che causò, a maggio di tre anni fa, la morte di 14 persone lasciando unico superstite il piccolo Eitan Biran al tempo di 6 anni. Il giudice dovrà decidere se mandare a processo 6 persone e due società: si tratta di Luigi Nerini, titolare della Ferrovie del Mottarone, Enrico Perocchio e Gabriele Tadini, allora rispettivamente direttore d’esercizio e capo servizio dell’impianto, Anton Seeber, presidente del cda di Leitner, il gruppo incaricato della manutenzione, Martin Leitner, consigliere delegato, e Peter Rabanser, responsabile del customer service. Al Giudice dell’udienza preliminare (GUP) Rosa Maria Fornelli sono state avanzate le istanze di chi intende chiedere i danni, come i parenti di Serena Cosentino, una delle vittime e l’ANMIL, la nostra Associazione, che si è costituita parte civile con mandato all’Avvocato Mauro Dalla Chiesa.
Sono in tutto 11 le richieste di costituzione di parte civile sulle quali s
i ritornerà in aula il prossimo 27 febbraio. Le udienze sono state fissate ogni due settimane, sempre il martedì, fino al 4 giugno.