L’ANMIL alla cinque giorni di Lucca Comics & Games 2019: il fumetto linguaggio del futuro

Lucca 2 novembre ’19 – Tantissime cartoline-concorso (“Slogan per la sicurezza”) distribuite, gadget, volantini, opuscoli con vignette e disegni di fumettisti top. Lo stand di ANMIL al Lucca Comics (Baluardo San Paolino), una delle iniziative di livello mondiale nel settore, è stato molto attivo. E, come se non bastasse, ha anche gestito la postazione di Radio ANMIL Network. Clicca qui per ascoltare la diretta web-radiofonica.
Lucca Comics non ha dedicato al tema del fumetto come veicolo di messaggi sociali spazi di rilievo. Però, andando a curiosare in giro, temi come la criminalità organizzata, la condizione dell’infanzia, la solidarietà e poi anche formazione, handicap, e tanto altro, hanno comunque ricevuto un momento di approfondimento.
Lo stand ANMIL è stato un punto per ospitare tanti personaggi conosciuti nel settore della tutela degli infortunati sul lavoro, come il presidente ANMIL Toscana Vincenzo Municchi, il vice-presidente di ANMIL Sport Italia, Max Mallegni, il vice-presidente ANMIL della Toscana  Giorgio Malatesta, e il dirigente vicario INAIL per la Toscana, Mario Papani, ma anche un’occasione per far conoscere ANMIL ad un pubblico più vasto, soprattutto giovane. E anche di prendere dimestichezza con un linguaggio, quello dei fumetti e dei giochi di ruolo che, presso i giovani riscuote un’attenzione molto speciale.
Grazie alla collaborazione della troupe di Gian Maria Mallegni, presso lo stand ANMIL è stato possibile organizzare un piccolo set per interviste ai vari personaggi dei fumetti transitati per i viali di Lucca Comics. Sarà realizzato un video con le varie testimonianze. Un vero e proprio sondaggio “in strada” indirizzato sia a personaggi “positivi” che “negativi”. Da tutti è emersa un’opinione chiara e precisa: diffondere messaggi sulla sicurezza sul lavoro è una causa prioritaria e i “supereroi” possono dare un contributo sostanziale.
Lucca Comics, ANMIL è pronta per la prossima edizione. Gli spunti da elaborare sono tanti, anche perché i temi-target di ANMIL rientrano benissimo tra quelli che in qualche modo fanno già parte del bagaglio fumettistico. La platea di giovani che questa iniziativa di risonanza internazionale mette a disposizione è davvero fuori dal comune. Basti pensare che solo il primo novembre si sono avute presenze certamente superiori a centomila persone. Una piattaforma senza precedenti da cui possono partire tanti progetti di spessore creativo utili alle battaglie di ANMIL.

Per partecipare al Concorso Nazionale “Uno slogan per la sicurezza” cliccare qui

Guarda la Galleria fotografica dell’evento: