Anestesista e infermiera deceduti in servizio

Roma, 17 aprile 2024 – Un medico anestesista, Maurizio Portelli, 60 anni, è stato trovato morto nella sua stanza all’ospedale di Gela. Aveva fatto il turno di notte e si era messo sul letto della stanza per riposare quando, con tutta probabilità, è stato colto da un malore. A scoprirlo un suo collega questa mattina. “La direzione strategica – dice il direttore sanitario dell’Asp Luciano Fiorella – è vicina alla famiglia, e in particolare alla moglie, anche lei anestesista. Ricordiamo le belle doti umane e professionali di questo medico che purtroppo è morto durante l’orario di servizio”.
Stessa triste sorte per Angela Bocchetti, l’infermiera 64 enne morta a Napoli, per un malore, durante il suo turno di servizio all’ospedale Cardarelli di Napoli. Giunta ormai alla soglia della pensione, era stimata da medici e dirigenti della struttura, ma soprattutto amata dai tanti pazienti che aveva assistito e che ora, sui social, si dicono “attoniti”.
L’ospedale Cardarelli, sul suo profilo Facebook, rende omaggio all’infermiera del reparto di Medicina 3 e racconta quello che è successo, ieri, intorno alle 15. “Angela aveva preso servizio poco prima del malore e con il solito garbo, l’abituale precisione e la continua dedizione era impegnata a prendersi cura delle necessità del reparto. Dopo aver accusato un capogiro Angela si è accasciata; a nulla sono valsi i soccorsi da parte dei colleghi del reparto, dei medici rianimatori, dell’ambulanza chiamata per il trasporto in urgenza”.