Ancora morti e feriti nei cantieri: il bilancio di ieri

Roma, 22 settembre 2021 – Cantieri ancora al centro degli incidenti gravi. Ieri è stata una giornata tragica. Ai due gravi incidenti già segnalati, si aggiungono un morto e un ferito.
Un operaio edile è precipitato da un’altezza di cinque metri mentre stava lavorando all’interno di una chiesa riportando gravi ferite. Il fatto è successo a Quatrelle, frazione del Comune di Sermide Felonica, in provincia di Mantova. L’uomo è stato trasportato in eliambulanza, in codice rosso, all’ospedale di Bologna. Il ferito è un tunisino di 59 anni, operaio per un ditta di Prato che aveva preso l’appalto per la ristrutturazione della chiesa parrocchiale di Quatrelle, danneggiata dal terremoto del 2012. L’operaio stava lavorando sulla cupola, il cui solaio ha ceduto improvvisamente.
Un altro incidente, sempre all’interno di un cantiere, in Salento, a Palmariggi, dove un operaio di 39 anni, Fabio Sicuro, originario di Martano, è morto mentre demoliva il solaio di un garage. L’operaio sarebbe stato travolto dal cedimento improvviso del lastrico solare su cui stava lavorando con un martello pneumatico: è precipitato al suolo ed è stato schiacciato dalle macerie. Soccorso dai colleghi e, subito dopo, da sanitari del 118, è morto poco dopo l’arrivo in ospedale. Sul posto sono intervenuti carabinieri e Responsabili dello Spesal. L’area è stata sequestrata dal pm di turno Maria Vallefuoco che ha disposto l’autopsia.