“Migliorare prevenzione degli infortuni sul lavoro”

Roma, 28 febbraio 2024 – Prenderà il via a marzo l’iniziativa di vigilanza in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro, pianificata dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro in adesione agli obiettivi programmati nel quadro strategico sulla salute e la sicurezza sul lavoro 2021-2027 dal Comitato degli Alti Responsabili degli Ispettorati del Lavoro (SLIC).
L’obiettivo della campagna, denominata “Accidents at work (AAW) Improving prevention of workplace accidents” (migliorare la prevenzione degli infortuni sul lavoro”), è quello di migliorare la prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, rafforzando la cultura della prevenzione sia nelle organizzazioni che tra i singoli lavoratori, in linea con un approccio “Vision Zero” che miri ad azzerare i decessi correlati al lavoro nell’UE.
In questo contesto, è stato istituito un gruppo di lavoro specifico che si occuperà della gestione della campagna, finalizzata ad ampliare le conoscenze sullo svolgimento delle indagini sugli infortuni e sui decessi sul luogo di lavoro, al fine di individuarne e affrontarne le cause e di sensibilizzare maggiormente sui rischi connessi agli infortuni e alle lesioni sul lavoro.
I settori produttivi interessati sono agricoltura e silvicoltura, costruzioni e trasporti.
L’iniziativa si concluderà a settembre con un seminario internazionale, nel quale verranno presentati i resoconti dei risultati nazionali, mediante un modello comune e la conseguente elaborazione di una relazione di progetto che sarà consegnata allo SLIC per l’approvazione.
Nel dettaglio, la campagna di vigilanza che sarà attivata dall’Ispettorato nazionale del Lavoro, principalmente nei settori agricoltura, costruzioni e logistica, ha lo scopo di:

  • diffondere i risultati delle analisi e il materiale informativo realizzati in collaborazione con il SLIC e i suoi focal points nazionali (per l’Italia, l’INAIL);
  • stimolare un’efficace collaborazione tra gli stakeholder (lavoratori, datori di lavoro e loro rappresentanti nei settori di attività in cui si svolgerà la campagna, ossia micro, piccole e medie imprese, la società civile in generale), facilitando lo scambio di informazioni, conoscenze e buone pratiche per prevenire e ridurre gli infortuni nei luoghi di lavoro;
  • promuovere la valutazione del rischio e le corrette ed efficaci misure di gestione per favorire l’obiettivo della riduzione degli infortuni sul lavoro.