Il Pres. ANMIL Forni, Camilleri lascia un vuoto che ci rattrista

17 luglio ’19. Andrea Camilleri ci ha lasciati. Camilleri non è stato “soltanto” il  padre del commissario Montalbano, ma una coscienza critica che ha attraversato gran parte del Novecento e di questo inquietante inizio secolo. Una presenza puntuale e intelligente su molti temi politici, culturali e sociali. Il suo impegno per la legalità, per esempio, come quello a favore dei migranti, si intrecciano frequentemente nei piani narrativi del commissario.
“Un addio commosso e sincero a un grande rappresentante della cultura e della storia del nostro Paese – è il commento accorato per la morte dello scrittore Andrea Camilleri del Presidente dell’ANMIL, Zoello Forni – che, in più occasioni, ha parlato nei suoi racconti dei temi della disabilità e del mondo del lavoro come gli infortuni che sono stati ispirazione di romanzi di fantasia ma estremamente realistici. Le sue storie sono state certamente motivo di riflessione per i lettori ed hanno contribuito a diffondere la cultura della legalità, del rispetto e dell’amore per i valori più sacri della vita”.
Nella sua opera il tema della disabilità e del lavoro ricorre più volte. Disabile lui stesso, a causa della quasi totale cecità che lo ha afflitto per tanti anni, ha addirittura ricevuto un riconoscimento pubblico da parte dell’Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Il “Premio Braille alla carriera” gli è stato consegnato il 3 dicembre del 2018, nell’ambito della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità. L’UICI destina questo premio a persone e istituzioni che si sono distinte nel contribuire al miglioramento delle condizioni di vita, lavoro e studio dei ciechi e degli ipovedenti italiani. Camilleri, poi, ha donato diversi esemplari dei suoi romanzi a favore della raccolta fondi UICI a supporto delle numerose attività.
Il grande scrittore siciliano è tra gli autori di “Articolo 1”, l’antologia pubblicata da Sellerio qualche anno fa che racconta, senza retorica e stereotipi, storie di ordinaria quotidianità nel mondo del lavoro: disoccupazione, precarietà, vita di fabbrica, pubblico impiego. Lo scrittore narra la vicenda di Tano Cumbo, operaio “cinquantino”, improvvisamente disoccupato in seguito alla più o meno improvvisa chiusura della fabbrica di mattonelle nella quale ha lavorato per trenta anni, rara oasi di lavoro stabile e regolare in un contesto di occupazione scarsa e precaria. Il dramma dell’uomo e i suoi risvolti sociali e psicologici, come accade anche in altri racconti dell’antologia, non diventa mai tragedia, ma tutti i piccoli episodi che seguono il grande “evento” del licenziamento restano sempre sul crinale di una quotidiana e dolorosa normalità, a cui i protagonisti riescono a restare aggrappati con sapiente grazia e mesta ponderatezza.
Insieme all’ANFP (funzionari di polizia), la Fondazione Camilleri, infine, ha tra i suoi obiettivi il sostegno ai giovani orfani di appartenenti alle forze di polizia, oppure i figli di coloro che sono portatori di inabilità o invalidità gravi e permanenti per cause di servizio.

9 thoughts on “Il Pres. ANMIL Forni, Camilleri lascia un vuoto che ci rattrista

  • It’s hard to seek out knowledgeable people on this subject, however you sound like you already know what you’re talking about! Thanks

  • Hello, i feel that i saw you visited my website so i came to “return the want”.I am attempting to in finding things to improve my website!I suppose its ok to make use of some of your ideas!!

  • Thank you for the sensible critique. Me and my neighbor were just preparing to do a little research on this. We got a grab a book from our area library but I think I learned more from this post. I am very glad to see such great information being shared freely out there.

  • I’ve been browsing on-line greater than three hours lately, but I by no means found any attention-grabbing article like yours. It is lovely worth sufficient for me. In my opinion, if all web owners and bloggers made just right content material as you probably did, the web can be a lot more useful than ever before.

  • Simply wanna comment on few general things, The website layout is perfect, the articles is real excellent. “Believe those who are seeking the truth. Doubt those who find it.” by Andre Gide.

  • I’d forever want to be update on new posts on this web site, saved to bookmarks! .

  • Link exchange is nothing else except it is only placing the other person’s
    website link on your page at proper place and other person will also do same in favor of
    you.

  • Howdy, i read your blog from time to time and i own a similar one and i was just wondering if you get a lot of spam feedback? If so how do you prevent it, any plugin or anything you can advise? I get so much lately it’s driving me crazy so any support is very much appreciated.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *