Edizione novembre 2020 del Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro a cura dell'Ufficio Salute e Sicurezza

Sul sito dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro è stata resa disponibile la versione del d.lgs. 9 aprile 2008  n. 81 (Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro) aggiornata a novembre 2020.
La precedente edizione risaliva a gennaio 2020.
Nello specifico, nella nuova edizione del TU sono stati inseriti:

  • l’interpello n. 1 del 23 gennaio 2020 sull’applicazione della sanzione prevista per la violazione dell’art. 71, comma 7, e art. 73, comma 4, del d.lgs. n. 81/2008 in tema di utilizzo delle attrezzature da lavoro;
  • l’interpello n. 2 del 20 febbraio 2020 sul diritto ad usufruire del servizio di mensa o sostitutivo del Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza nel Pubblico Impiego;
  • la circolare n. 11056 del 31 marzo 2020 del Ministero della Salute sulla proroga al 3 luglio 2020 dei termini previsti dall’art. 40, comma 1, relativi alla trasmissione telematica da parte del medico competente dei dati collettivi aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, sottoposti a sorveglianza sanitaria secondo il modello in ALLEGATO 3B;
  • la circolare del 29 aprile 2020 n. 14915 del Ministero della Salute, contente indicazioni operative sulle attività del medico competente nel contesto delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2 negli ambienti di lavoro e nella collettività;
  • il decreto del 7 agosto 2020 recante disposizioni in tema di abilitazione alla conduzione di generatori di vapore;
  • la circolare n. 13 del 4 settembre 2020, congiunta tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Ministero della Salute, riguardante chiarimenti sulla circolare del 29 aprile 2020 sui lavoratori fragili e Covid-19;
  • la circolare dell’INL del 23 ottobre 2020 prot. 3395 riguardo il decreto n. 94 del 7 agosto 2020 in materia di abilitazione alla conduzione di generatori di vapore.

Nell’edizione di novembre 2020 del d.lgs. n. 81/2008 sono stati anche modificati:

  • l’allegato XXXVIII (Valori limite di esposizione professionale) in materia di protezione da agenti chimici. La modifica è stata disposta dal decreto interministeriale del 2 maggio 2020 di recepimento della direttiva 2017/164/UE;
  • l’art. 242, comma 6 (Accertamenti sanitari e norme preventive e protettive specifiche) e gli allegati XLII (Elenco di sostanze, miscele e processi) e XLIII (Valori limite di esposizione professionale) in materia di protezione da agenti cancerogeni e mutageni. Tali modifiche sono state disposte dal d.lgs. 1 giugno 2020, n. 44 recante Attuazione della direttiva (UE) 2017/2398 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2017, che modifica la direttiva 2004/37/CE del Consiglio, relativa alla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un’esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro;
  • l’art. 180, comma 3, in materia di protezione dei lavoratori dalle radiazioni ionizzanti. La modifica è stata prevista dal d.lgs. 31 luglio 2020 n. 101 di recepimento della direttiva 59/2013/Euratom (dal titolo Attuazione della direttiva 2013/59/Euratom, che stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti e che abroga le direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 97/43/Euratom e 2003/122/Euratom e riordino della normativa di settore in attuazione dell’articolo 20, comma 1, lettera a), della legge 4 ottobre 2019, n. 117) ;
  • l’allegato XLVI (Elenco degli agenti biologici classificati) ai sensi del D.L. 7 ottobre 2020 n. 125 recante Misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta COVID, nonchè per l’attuazione della direttiva (UE) 2020/739 del 3 giugno 2020. Precisamente è stato disposto l’inserimento della voce “Sindrome respiratoria acuta grave da coronavirus 2 (SARS-CoV-2)(0a)nell’allegato XLVI del d.lgs. n. 81/2008.

Infine, è stata prevista la sostituzione del decreto direttoriale n. 57 del 18 settembre 2019 con il decreto direttoriale n. 6 del 14 febbraio 2020, recante il ventitreesimo elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’art. 71, comma 11, dello stesso d.lgs. n. 81/2008.

 

Per approfondire