Intervista a Paolo Vallesi, cantautore fiorentino che ha partecipato al Disability Pride

La forza della vita del cantante e il suo amore per le persone inutili

Da Firenze, a Viterbo, a Roma. Destinazione Piazza del Popolo per il concerto del Disability Pride del 15 luglio scorso. Paolo Vallesi sta girando con la sua Band in su e in giù per l’Italia. Un’estate senza tregua – dice – che prelude ad una conclusione del 2018 esplosiva. Con un occhio alla piazza ed uno al sociale, il cantautore fiorentino è fedele a quel principio di fondo “io per gli altri”, che lo ha accompagnato per tutta la vita e che lo ha portato ad “essere” laddove c’è bisogno. Lo stesso principio che lo vede spesso insieme all’amica di sempre Mariella Nava, testimonial dell’ANMIL. La prima domanda è d’obbligo e il “tu” viene spontaneo. 

– Perché hai accettato di partecipare al Disability Pride?
Ho accettato dopo avere ricevuto l’invito di Mariella Nava, che ha reputato che la mia presenza e miei i temi musicali fossero in linea con questa manifestazione. Personalmente mi ha fatto piacere partecipare perché ho ritenuto questa idea molto bella, qualcosa che mi convinceva. E così ho fatto lo “sforzo” di suonare in Piazza del Popolo a Roma, uno spazio meraviglioso. Al di là delle temperature che hanno superato i 35 gradi e del pubblico che andava e veniva, la cosa importante è che si sia percepito che quel palco era lì con quel messaggio che voleva mandare. La manifestazione ha però trovato nei social e nella interattività la sua forza maggiore. Va anche considerato che, per molte persone a cui era rivolta l’iniziativa, la presenza non è stata facile e che sicuramente sono stati tanti coloro che si sono collegati in diretta sul web.  

– Tu sei sempre stato attento al sociale, a cominciare dalla presenza più che ventennale nella Nazionale di Calcio Cantanti. Credi che la comunicazione sociale possa passare anche attraverso la musica?
La Nazionale Cantanti, a cui appartengo dal 1991, è un po’ la mia seconda famiglia e mi ha messo in contatto con numerose realtà del sociale. Sono davvero tante le associazioni che tutti noi abbiamo aiutato, entrando in contatto diretto con persone impegnate e che spesso sono proprio quelle che hanno vissuto, sulla loro pelle, la malattia di un figlio o di una persona cara. Persone, grazie alle quali ho capito che è possibile trasformare il dolore in qualcosa di utile anche per gli altri. Per questo ci sono situazioni a cui tu non puoi girare le spalle perché è giusto – quando puoi – cercare, nel tuo piccolo, di dare un contributo. 

– Quali realtà hai in particolare incontrato con la Nazionale di Calcio Cantanti? 
Ho visto realtà che non avrei mai potuto avvicinare in altro modo. Penso, ad esempio, all’Ospedale Pediatrico numero 20 di Mosca. Sono trascorsi ormai 25 anni e ricordo ancora i bambini che arrivavano con le gambe rotte, a causa di numerosi incidenti stradali dovuti per lo più all’ubriachezza dei conducenti. Venivano tenuti con i pesi sulle gambe e sottoposti a cure arcaiche, che mi ricordavano i secoli andati. Lì abbiamo portato macchinari d’avanguardia, così come abbiamo fatto all’Ospedale Gaslini di Genova, dove un’intera ala è stata costruita con i proventi della Nazionale Cantanti. Lo stesso è accaduto all’Ospedale Pediatrico Meyer, che è diventato una vera e propria istituzione per Firenze. E io, da fiorentino, mi riempio d’orgoglio quando vedo la targa che ricorda l’impegno della Nazionale Cantanti per la costruzione di un intero reparto e penso di essere di fronte a qualcosa a cui ho contribuito anch’io. Il coinvolgimento nel sociale diventa obbligatorio ogni volta che lo vedi con i tuoi occhi. 

– Sul palco del Disability Pride sei salito insieme all’attore Stefano De Sando, che ha chiesto esplicitamente di presentarti. Che cosa hai scelto di cantare e perché? 
Stefano ed io tenevamo molto ad essere insieme su quel palco. Ho cantato “Le persone inutili” e “La forza della vita” e poi ho eseguito al pianoforte un duetto virtuale, intitolato “Pace”, con la cantante Amara, che appariva in video e che avevo già presentato lo scorso anno, quando sono stato ospite al Festival di Sanremo. Avere riproposto queste due canzoni ha per me un significato particolare. Soprattutto il testo de “Le persone inutili” parla del mondo del volontariato, di realtà che non stanno mai in prima linea, che nessuno vede e che però cercano di fare del bene al mondo. Un vero e proprio paradosso, come spiego nella canzone, perché sono quelle persone che non vanno mai sui giornali e che non riusciremo mai a toccare per cogliere il loro livello di umanità e di utilità. Un particolare molto bello – che voglio ricordare – è che sul palco con me c’erano le ragazze della Lingua dei Segni, che traducevano le canzoni. Quando ho incominciato a cantare “Le persone inutili”, ho visto che è uscita di scena un’interprete e ne è arrivata un’altra, che poi è venuta da me, mi ha abbracciato e mi ha detto: “Tu non sai che cosa significa per me questa canzone, per cui l’ho voluta tradurre e interpretare io perché era troppo importante”. 

– Ti era mai capitato in precedenza di vedere la tua canzone tradotta nella Lingua dei Segni? 
È stata la prima volta. In precedenza ero stato soltanto un ascoltatore e vedevo gli interpreti della LIS mentre traducevano gli altri. Non sapevo che potessero tradurre anche la musica, ma potrei dire accompagnare la musica, come se fosse una coreografia, in modo del tutto naturale. Questa è stata la prima volta che mi è accaduto dal vivo e sono stato spettatore della mia esibizione. Per me è stato uno spettacolo nella spettacolo perché guardavo la loro capacità di interpretare, quasi fosse una fotografia. Prima o poi spero, in qualche modo, di riuscire a inserire questa lingua in una canzone, in una produzione, in un audiovideo, perché credo che possa affascinare gli altri come ha affascinato me. Spero di essere pioniere in questo. 

– Che cosa è per te la forza della vita? 
È una cosa che ho detto tante volte e che, alla fine, è talmente vera che si spiega in due parole. Quando ho scritto “La forza della vita”, l’ho scritta per me stesso, l’ho scritta senza poter poter immaginare che potesse diventare così famosa nel corso degli anni. È una canzone che è stata tradotta in non so quante lingue ed eseguita in tanti paesi e che anche ora, dopo 25 anni, viene riproposta nel mondo, dall’Argentina alla Spagna, dalla Germania all’Australia. Quando si scrive una canzone non si ha il polso di quello che si scrive. Soltanto in seguito mi sono reso conto che questa canzone è diventata, nel corso degli anni, a volte una compagnia, a volte un sostegno per tante persone che avevano un problema vero nella vita. Mi sono così trovato nell’imbarazzo di ricevere tante testimonianze di affetto immeritate. C’è chi mi ha detto “la tua canzone mi ha aiutato in questo momento” oppure “senza la tua canzone io non so cosa avrei fatto”. Tutto questo è imbarazzante per una persona che scrive, che non pensa di meritarselo perché, quando scrive, lo fa per sè.  Si vede che conteneva una magia, un qualcosa che era dentro. Voglio pensare che in quel momento, nella scrittura, fossi ispirato da qualcosa di più grande e che questo sia arrivato a tantissime persone. E questa è la storia più importante che la musica mi ha dato. Dopo 25 anni la SIAE ha certificato che “La forza della vita” è diventata un evergreen, per cui farà parte per sempre del repertorio popolare della musica italiana. Quando ho incominciato a cantare e a scrivere – ero un ragazzino di 12 anni – sognavo di poter fare qualcosa che durasse nel tempo. Oggi posso dire che ci sono riuscito. 

 – Su che cosa stai lavorando in questo periodo e che cosa  prevede la tua prossima stagione musicale? 
Quest’anno sarà particolare per i concerti che farò con la mia Band in Italia con appendici nell’Est Europa, in Ucraina, Estonia, Lettonia e Russia. Il finale del 2018 sarà molto live e molto nuovo perché non sono mai andato in tutti questi paesi.

– Fra le tue amicizie musicali hai menzionato Mariella Nava, che ti ha invitato anche al Disability Pride. Come è nato questo rapporto?
Conosco Mariella da tantissimi anni e devo dire che con lei c’è sempre stata un’affinità,  sia personale che musicale, perché apprezzo molto il suo modo di scrivere e l’idea che ha della musica. Mariella è una persona fuori dagli schemi, dal mainstream ed è ancora una che, come me, considera la canzone il valore più importate in un mondo in cui invece le cose più importanti sono diventate quante visualizzazioni hai o come promuovi un pezzo o quanto riesci ad essere “figo” nelle cose che fai. Lei è un’artista che pensa a quello che dice e a quello che scrive. Io la adoro per questo e spesso siamo in sintonia e ci chiamiamo a vicenda per ritrovarci in alcune manifestazioni perché capiamo che ci sono cose che dobbiamo fare. 

– Puoi mandare un messaggio a tutte le persone con disabilità che non hanno ancora trovato la forza per reagire? 
In realtà penso che la forza sia dentro di sé e che, in qualche modo, è là che la si debba trovare quando si capisce che è il momento. A volte anche una piccola canzone può servire a far scatenare quel click che ti dà la voglia di crederci un po’ di più e di far sì che le cose possano andare meglio. Ho conosciuto tantissime persone con problemi e l’invito a “non abbattersi mai” è forse troppo scontato, anche se però è la realtà. La cosa più importante è pensare che comunque si possa migliorare, che comunque si possa stare bene, così come si è, e che comunque si possa riuscire a vivere serenamente, senza sentirsi diversi dagli altri. La forza dell’arte penso contribuisca proprio a questo. E la musica è un veicolo straordinario, trasversale a tutti, un messaggio che può essere ricevuto secondo tante chiavi di lettura diverse, dalla più superficiale alla più profonda, perché una canzone le contiene tutte. 

– Ripeterai questa esperienza in Piazza del Popolo a Roma?  
Direi di sì, ma consiglierei di organizzarla un mese prima per evitare quei 35 gradi di temperatura e favorire un maggiore afflusso di pubblico in una location meravigliosa. Nonostante tutto, per me è stato bellissimo suonare su un palco di fronte all’obelisco di Piazza del Popolo, sotto la luna e davanti al pubblico che era lì ad ascoltare il concerto. Non vorrei che questo rimanesse un fatto isolato e mi piacerebbe che ci fosse un’altra edizione del Disability Pride perché tutti abbiamo capito che è stata una gran bella cosa e che però – come dicono alcuni miei amici – “si può dare di più”. 

55 thoughts on “Intervista a Paolo Vallesi, cantautore fiorentino che ha partecipato al Disability Pride

  • I am lucky that I observed this weblog, precisely the right info that I was searching for! .

  • I’ll immediately snatch your rss as I can not in finding your e-mail subscription hyperlink or e-newsletter service. Do you have any? Please permit me realize so that I may subscribe. Thanks.

  • Very good written post. It will be supportive to anyone who employess it, including myself. Keep up the good work – can’r wait to read more posts.

  • Hiya very nice web site!! Man .. Excellent .. Amazing .. I’ll bookmark your site and take the feeds alsoKI am satisfied to find so many useful information right here within the put up, we want develop extra techniques in this regard, thank you for sharing. . . . . .

  • I conceive other website owners should take this website as an model, very clean and great user friendly layout.

  • What¦s Taking place i’m new to this, I stumbled upon this I have found It positively helpful and it has helped me out loads. I am hoping to contribute & assist other customers like its helped me. Good job.

  • I love what you guys are usually up too. This sort of clever work and coverage! Keep up the amazing works guys I’ve included you guys to blogroll.

  • Excellent beat ! I would like to apprentice while you amend your website, how could i subscribe for a blog website? The account helped me a appropriate deal. I were a little bit familiar of this your broadcast offered shiny clear idea

  • Simply want to say your article is as astonishing. The clarity on your publish is just cool and that i could think you’re knowledgeable in this subject. Fine with your permission allow me to grasp your RSS feed to keep updated with imminent post. Thanks 1,000,000 and please continue the enjoyable work.

  • I like this site because so much useful material on here : D.

  • Thanks for some other informative web site. Where else may I get that type of information written in such an ideal manner? I’ve a undertaking that I am simply now operating on, and I’ve been at the glance out for such info.

  • F*ckin’ amazing issues here. I’m very satisfied to see your post. Thank you a lot and i am looking ahead to touch you. Will you please drop me a mail?

  • When I originally commented I clicked the “Notify me when new comments are added” checkbox and now each time a comment is added I get several emails with the same comment. Is there any way you can remove people from that service? Appreciate it!

  • What’s Happening i’m new to this, I stumbled upon this I’ve found It positively helpful and it has helped me out loads. I hope to contribute & assist other users like its aided me. Good job.

  • Excellent web site. Lots of helpful information here. I¦m sending it to some buddies ans also sharing in delicious. And of course, thanks for your effort!

  • I admire your work, thanks for all the interesting articles.

  • There is noticeably a bundle to know about this. I assume you made certain nice points in features also.

  • I feel this is among the most vital information for me. And i’m satisfied reading your article. But want to commentary on few basic issues, The web site taste is wonderful, the articles is in point of fact nice : D. Just right job, cheers

  • Undeniably consider that which you stated. Your favourite justification appeared to be at the web the easiest factor to remember of. I say to you, I definitely get annoyed even as people think about issues that they just do not know about. You controlled to hit the nail upon the top and outlined out the entire thing without having side effect , folks could take a signal. Will probably be again to get more. Thanks

  • Very good written story. It will be beneficial to everyone who employess it, as well as yours truly :). Keep up the good work – looking forward to more posts.

  • Hello, Neat post. There is an issue with your web site in web explorer, may check thisK IE nonetheless is the marketplace chief and a good portion of other people will omit your great writing due to this problem.

  • Great V I should definitely pronounce, impressed with your site. I had no trouble navigating through all the tabs as well as related information ended up being truly easy to do to access. I recently found what I hoped for before you know it in the least. Reasonably unusual. Is likely to appreciate it for those who add forums or something, website theme . a tones way for your customer to communicate. Nice task..

  • Awsome article and straight to the point. I am not sure if this is really the best place to ask but do you guys have any thoughts on where to employ some professional writers? Thanks 🙂

  • Great write-up, I¦m regular visitor of one¦s blog, maintain up the excellent operate, and It is going to be a regular visitor for a lengthy time.

  • I am no longer sure where you are getting your information, but good topic. I needs to spend some time finding out more or figuring out more. Thanks for great info I used to be looking for this information for my mission.

  • hello!,I like your writing very so much! percentage we communicate more approximately your article on AOL? I require a specialist in this area to unravel my problem. May be that’s you! Having a look ahead to peer you.

  • I’ve recently started a web site, the information you provide on this site has helped me greatly. Thanks for all of your time & work.

  • Hiya! I simply want to give an enormous thumbs up for the nice information you’ve gotten here on this post. I can be coming back to your weblog for more soon.

  • Greetings! I’ve been following your blog for some time now and finally got the bravery to go ahead and give you a shout out from Austin Tx! Just wanted to mention keep up the fantastic job!

  • I just wanted to post a simple word to express gratitude to you for all the remarkable strategies you are writing on this website. My particularly long internet lookup has finally been paid with really good ideas to exchange with my two friends. I would express that we website visitors are really lucky to exist in a really good site with many brilliant people with beneficial concepts. I feel truly lucky to have seen the webpages and look forward to really more enjoyable minutes reading here. Thanks once more for everything.

  • Very good website you have here but I was curious about if you knew of any discussion boards that cover the same topics discussed here? I’d really like to be a part of group where I can get feedback from other knowledgeable individuals that share the same interest. If you have any suggestions, please let me know. Bless you!

  • you are actually a excellent webmaster. The site loading speed is incredible. It seems that you’re doing any unique trick. In addition, The contents are masterwork. you’ve done a excellent job in this matter!

  • Hi! This is kind of off topic but I need some help from an established blog. Is it tough to set up your own blog? I’m not very techincal but I can figure things out pretty fast. I’m thinking about creating my own but I’m not sure where to start. Do you have any points or suggestions? With thanks

  • It is perfect time to make a few plans for the future and it is time to be happy. I have read this publish and if I may just I want to suggest you few fascinating things or suggestions. Maybe you could write subsequent articles referring to this article. I desire to learn even more things approximately it!

  • Good article and right to the point. I don’t know if this is in fact the best place to ask but do you people have any ideea where to get some professional writers? Thanks 🙂

  • It is in point of fact a nice and useful piece of information. I’m happy that you just shared this helpful info with us. Please keep us informed like this. Thanks for sharing.

  • Hello! I’m at work surfing around your blog from my new iphone 4! Just wanted to say I love reading through your blog and look forward to all your posts! Carry on the outstanding work!

  • Nice blog here! Also your website loads up fast! What web host are you using? Can I get your affiliate link to your host? I wish my web site loaded up as quickly as yours lol

  • I really appreciate this post. I have been looking everywhere for this! Thank goodness I found it on Bing. You’ve made my day! Thanks again

  • Thanks for ones marvelous posting! I genuinely enjoyed reading it, you might be a great author.I will ensure that I bookmark your blog and will often come back in the foreseeable future. I want to encourage you to ultimately continue your great writing, have a nice afternoon!

  • I have been absent for a while, but now I remember why I used to love this blog. Thank you, I?¦ll try and check back more frequently. How frequently you update your web site?

  • Great wordpress blog here.. It’s hard to find quality writing like yours these days. I really appreciate people like you! take care

  • Hi there very cool site!! Man .. Excellent .. Superb .. I will bookmark your site and take the feeds alsoKI’m happy to seek out a lot of useful info right here in the post, we need develop more techniques on this regard, thank you for sharing. . . . . .

  • I have not checked in here for some time because I thought it was getting boring, but the last few posts are great quality so I guess I?¦ll add you back to my everyday bloglist. You deserve it my friend 🙂

  • Great work! This is the type of info that should be shared around the web. Shame on Google for not positioning this post higher! Come on over and visit my website . Thanks =)

  • I like what you guys are up too. Such smart work and reporting! Keep up the superb works guys I have incorporated you guys to my blogroll. I think it will improve the value of my web site 🙂

  • There is noticeably a bundle to know about this. I assume you made certain nice points in features also.

  • I cling on to listening to the news bulletin lecture about getting boundless online grant applications so I have been looking around for the best site to get one. Could you advise me please, where could i find some?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *