Rimborso delle spese mediche post-infortunio sul lavoro

Se hai un quesito da sottoporci, i nostri esperti sono a disposizione. Entra in questa sezione!

Qui è possibile consultare i quesiti e le relative risposte, in materia di: disabilità, infortunio sul lavoro e malattia professionale.
Se hai una perplessità o sei alla ricerca di informazioni riguardanti il tuo caso specifico, puoi scrivere ai nostri esperti all’indirizzo email: esperti@anmil.it
Segnaliamo che, nel pubblicare il quesito, sarà nostra premura rendere i vostri dati anonimi nel rispetto della normativa sulla privacy, consultabile nella sezione di chiusura del portale sotto la dicitura “Privacy”.

Domanda:
Buongiorno, in seguito ad un grave infortunio in itinere, INAIL mi ha riconosciuto 40 punti di invalidità e relativa rendita. Alla visita di revisione, dopo sette anni, l’INAIL mi ha riconosciuto ulteriori cinque punti di invalidità per disturbo post traumatico da stress in quanto ho esibito referti medici e ricevute di pagamento di sedute terapeutiche per un totale di circa 10.000 euro di spesa nell’arco dei sette anni trascorsi. Vorrei sapere se ho diritto al rimborso di queste spese da me sostenute e quale iter dovrei seguire in caso di risposta positiva.

Risposta:
Gentile signore,
l’INAIL paga o rimborsa le spese mediche sostenute in seguito ad un infortunio purché preventivamente prescritte o autorizzate dall’INAIL  stesso presso un ospedale o una struttura convenzionata.
Detto ciò, qualora Lei si sia rivolto ad una struttura privata o comunque non convenzionata, non avrà diritto al rimborso delle spese sostenute.
Può comunque rivolgersi al Patronato ANMIL, anche attraverso il numero verde 800 180 943, qualora necessitasse di ulteriori e più approfondite informazioni in merito.

Inviaci il tuo quesito scrivendo a esperti@anmil.it

Guarda gli altri quesiti della sezione “Gli esperti rispondono”