La revisione per aggravamento del danno biologico che abbia dato origine all’indennizzo in capitale ma non alla rendita

Domanda:

Buongiorno, nel marzo 2016 ho subito un infortunio sul lavoro. L’INAIL dopo un anno di convalescenza mi ha riconosciuto 12 punti di invalidità. Non ho fatto ricorso subito per il punteggio riconosciutomi secondo me inferiore. Attualmente come e quando posso fare presentare richiesta per aggravamento?

 

Risposta:

Gentile signore,

in merito al Suo quesito, si precisa che il grado di invalidità riconosciuto Le consente di presentare richiesta di aggravamento.
La richiesta può essere effettuata entro 10 anni dalla data dell’infortunio.
L’eventuale riconoscimento dell’aggravamento può comportare:
– l’adeguamento dell’indennizzo in capitale se la menomazione si è aggravata ed il relativo grado è compreso tra il 6% ed il 15% (in tale ipotesi l’adeguamento in aumento dell’indennizzo in capitale già ottenuto può avvenire una sola volta);
– l’erogazione della rendita, se la menomazione si è aggravata ed ha raggiunto un grado indennizzabile in rendita (pari o superiore al 16%).

Detto ciò, il consiglio che posso darle è quello di rivolgersi al Patronato ANMIL a lei più vicino, anche attraverso il numero verde 800 180 943, per avere un appuntamento con uno dei nostri consulenti medico-legali che potrà fornirle un’adeguata assistenza ai fini dell’inoltro della domanda di aggravamento.

 

Inviaci il tuo quesito scrivendo a esperti@anmil.it

Guarda gli altri quesiti della sezione “Gli esperti rispondono”