Se hai un quesito da sottoporci, i nostri esperti sono a disposizione. Entra in questa sezione!

Qui è possibile consultare i quesiti e le relative risposte, in materia di: disabilità, infortunio sul lavoro e malattia professionale.
Se hai una perplessità o sei alla ricerca di informazioni riguardanti il tuo caso specifico, puoi scrivere ai nostri esperti all’indirizzo email: esperti@anmil.it
Segnaliamo che, nel pubblicare il quesito, sarà nostra premura rendere i vostri dati anonimi nel rispetto della normativa sulla privacy, consultabile nella sezione di chiusura del portale sotto la dicitura “Privacy”.

Domanda:
Salve,
sono un invalido del lavoro con paralisi all’arto superiore destro, riconosciuto dall’INAIL oltre 30 anni fa con l’85% di invalidità. In tutti questi anni non mi sono mai preoccupato di avanzare richieste di aggravamento né di benefici previsti dalla legge 104. Cosa mi consigliate di fare per ottenere il giusto riconoscimento dei miei diritti e poter usufruire della legge 104? Che significa situazione di gravità? Chi la certifica?
Grazie

Risposta:
Gentile Signore,
riguardo al quesito sull’aggravamento, purtroppo, nel Suo caso, non è più possibile presentare domanda di revisione essendo decorsi tutti i termini di legge.
Riguardo ai benefici di cui alla legge 104/92, al disabile al quale è riconosciuto il diritto all’art. 3 comma 3 (handicap grave), spettano una serie di agevolazioni che vanno dai permessi, al congedo straordinario fino ad agevolazioni fiscali specifiche.
Per poter usufruire dei suddetti benefici, il disabile deve essere dunque in situazione di disabilità grave che ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge 104/92, sussiste “Qualora la minorazione, singola o plurima, ab­bia ridotto l’autonomia personale, correlata all’età, in modo da rendere necessario un intervento assi­stenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione”.
La situazione di disabilità grave deve essere accertata mediante apposita certificazione di handicap rilasciata, in seguito a domanda dell’interessato, dalla Commissione medica Integrata ASL/INPS che, così come previsto dall’art. 4, comma 1, della predetta legge, si occupa di accertare la condizione di disabilità grave.
Può, comunque, rivolgersi al Patronato ANMIL, anche attraverso il numero verde 800 180 943, qualora necessitasse di ulteriori informazioni e/o di assistenza in merito alla presentazione della domanda.
Cordiali saluti

Inviaci il tuo quesito scrivendo a esperti@anmil.it

Guarda gli altri quesiti della sezione “Gli esperti rispondono”