68a  Giornata Nazionale fra Lavoratori Mutilati ed Inalidi del Lavoro

domenica 14 ottobre a Tramonti di Sopra

Commemorazione delle vittime sul lavoro e consegna dei riconoscimenti a Tramonti di Sopra, la cerimonia a carattere provinciale

 

Una cerimonia partecipata con una sala gremita, oltre duecento intervenuti, 20 sindaci presenti ed esponenti della Regione per far sentire proprio a Tramonti di sopra che le istituzioni sono vicine alle tante vittime sul lavoro e a chi ha subito incidenti. I dati forniti dall’Inail sono allarmanti (vedi tabella) sul periodo che va da gennaio ad agosto, si tratta di un incremento in regione del 4% degli incidenti sul lavoro, di cui il Pordenonese ha il triste record dell’8% in più rispetto allo scorso anno, calano invece le malattie professionali del 4,2% in regione e del 7,1% in provincia di Pordenone. Gli infortuni mortali sono stati 21 in tutto il territorio regionale e ben quattro nel Pordenonese. Le forme di lavoro flessibili, il cambio repentino di luoghi e metodi di lavoro, la scarsa o inadeguata formazione sulla sicurezza, la leggerezza in cui ci si approccia al lavoro, ha fatto sì che questo sia un anno horribilis, in salita sul fronte delle morti bianche e degli incidenti professionali. “Dobbiamo costruire una rete affinché non ci siano più tragedie mortali o infortuni gravi, agendo sulla prevenzione e coinvolgendo le scuole”, ha dichiarato Amedeo Bozzer, ringraziando la folta presenza di partecipanti e, in particolare l’ospitalità del sindaco di Tramonti di Sopra, Giacomo Urban e di tutta la Valtramontina.
La giornata di domenica è stata istituzionalizzata dal Consiglio dei Ministri il 24 aprile 1998 e spostata con direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 marzo 2003 alla seconda domenica di ottobre, dedicata alla solidarietà nei confronti dei mutilati ed invalidi del lavoro, degli orfani e delle vedove dei caduti e, al ricordo di coloro, che nel prestare la loro opera alla società, sono rimasti vittime di tragiche situazioni.
Presso la Sala Sosmi si è svolta la commemorazione civile da parte delle massime autorità regionali e locali e la consegna dei distintivi ai grandi invalidi del lavoro da parte dell’Inail. Il presidente provinciale dell’Anmil ha conferito un riconoscimento agli associati che si sono prodigati all’interno del sodalizio da 25 a 50 anni, inoltre sono stati premiati coloro che si sono distinti con il titolo di socio ad honorem.
Le Poste italiane hanno dedicato alla 68esima Giornata un particolare annullo postale in ricordo dei 50 anni del sodalizio che tutela vittime e famiglie con mutilati e invalidi del lavoro. La scuola del mosaico di Spilimbergo ha donato al Comune di Forni di Sopra una scultura che simboleggia la lunga tragedia delle vittime sul lavoro, un atto simbolico, affinché la storia non si debba ripetere. Inoltre, il Comune di Cordenons, ha ricevuto il caschetto della sicurezza, proprio perché il prossimo anno la Giornata dell’Anmil si terrà in questa municipalità che fin d’ora di prepara ad una politica di prevenzione.

 

 

.