Il Convegno ANMIL su Sicurezza, Prevenzione e Occupazione a Monza

L’ANMIL regionale Lombardia organizza a Monza un convegno su sicurezza, prevenzione e occupazione per fare un bilancio sul territorio lombardo

 Villa Reale (Monza), 17 Febbraio 2018

 

Roma, 15 febbraio 2018– Si terrà sabato 17 febbraio nella Villa Reale di Monza, dalle ore 10.00 alle ore 12.45, il Convegno “Sicurezza, prevenzione e occupazione dal Testo Unico Sicurezza al Jobs Act: un bilancio sul territorio lombardo”, organizzato dall’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) Lombardia, con il Patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Monza Brianza e del Comune di Monza. L’iniziativa è volta a discutere l’evoluzione della normativa prevenzionistica nei circa dieci anni dall’entrata in vigore del Testo Unico Sicurezza (d.lgs. n. 81/2008), anche alla luce della ripresa dell’occupazione registrata per le più recenti riforme del mercato del Lavoro, e la mancata attuazione di una parte consistente dello stesso Testo Unico. L’andamento del fenomeno infortunistico nell’ultimo decennio si è sviluppato quasi perfettamente in linea con le dinamiche economiche. Difatti, da alcuni decenni, il fenomeno infortunistico ha fatto registrare nel nostro Paese un calo continuo sia per gli infortuni che per le morti sul lavoro. Tuttavia, nel 2015 e 2016, a seguito dei primi segnali di ripresa produttiva, il calo degli infortuni ha cominciato a dare segni di un sensibile rallentamento, finché nel 2017 ha iniziato, già dai primi mesi, una crescita via via più consistente che comunque si è attenuata nell’ultimo mese di novembre. Anche a livello territoriale i maggiori incrementi infortunistici si registrano nelle aree più industrializzate e produttive del Centro-Nord, tra cui la Lombardia (+2,7). Analogamente in crescita sono state fino a tutto il 2016 le denunce di malattie professionali, sebbene a seguito di differenti meccanismi congiunturali, per poi rallentare nel corso del 2017. “Su questo complesso scenario l’ANMIL ritiene imprescindibile confrontarsi con le Istituzioni e le parti sociali – dichiara il Presidente regionale ANMIL Firmino Di Barbora – nell’intento di delineare insieme un primo bilancio, con particolare riferimento al territorio lombardo, ed ipotizzare azioni condivise per il futuro”. I lavori, coordinati dal Direttore Generale ANMIL Sandro Giovannelli, prevedono inoltre per l’ANMIL, l’intervento del Presidente Nazionale Franco Bettoni, e del Presidente Regionale Lombardia, Firmino Di Barbora. Partecipano ai lavori: il Sindaco di Monza, Dario Allevi; il Prefetto Monza e Brianza, Giovanna Vilasi; il Vice Presidente della Regione Lombardia; il Presidente Provincia Monza e Brianza, Roberto Invernizzi; la Responsabile Ufficio Salute e Sicurezza ANMIL, Maria Giovannone; il Capo Area Vigilanza Tecnica dell’ITL (Ispettorato Nazionale Lavoro) di Milano-Lodi, Paolo Schiavone; Claudia Toso del Piano Regionale Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro 2014-2018; il Presidente APA Confartigianato Imprese Milano Monza e Brianza, Giovanni Barzaghi; Pierluigi Rancati della Segreteria CISL Lombardia.