Forni: piena soddisfazione per l’emendamento di Debora Serracchiani sull’Amianto

Roma, 4 dicembre 2020 – “Esprimiamo il pieno consenso e apprezzamento all’ottima  iniziativa della Presidente della Commissione lavoro della Camera Debora Serracchiani che ha saputo mettere insieme gli altri deputati della maggioranza, quali Niccolò Invidia del M5S, Camillo D’Alessandro di Italia Viva e Guglielmo Epifani di Liberi e Uguali – dichiara il Presidente nazionale ANMIL (Associazione fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) Zoello Forni – per un emendamento unitario alla legge di Bilancio per la continuità e la stabilità delle prestazioni economiche del Fondo per le Vittime dell’Amianto. A nome dei familiari di chi ha perso la vita a causa dell’amianto della nostra Associazione e di tutte le altre impegnate nella lotta a questo orribile nemico, chiediamo che la Commissione Bilancio della Camera provveda alla rapida approvazione di questo emendamento di maggioranza che per il valore etico sociale e solidaristico dovrebbe essere avvalorato e supportato da tutti i gruppi parlamentari”.
Sono queste le parole di Forni nell’apprendere la notizia di oggi dell’approvazione da parte di tutta la maggioranza dell’emendamento che stabilizza il contributo ai malati di mesotelioma non professionale. A tal proposito si prevede che sia confermata e vada a carico dell’INAIL la somma di 10mila euro quale prestazione di importo fisso versata in un’unica soluzione.
“Vogliamo superare la logica emergenziale, fatta di interventi provvisori e risorse variabili – dice Serracchiani – per dare certezza di prestazione nei tempi dell’erogazione e nella misura dell’importo”. L’emendamento alla Legge di Bilancio recante “Misure a favore delle vittime dell’amianto”, a sua prima firma e sottoscritto dai colleghi è un grande risultato. La Serracchiani, già col decreto “Milleproroghe” aveva ottenuto 4 milioni di euro a disposizione di persone che hanno contratto una patologia per esposizione familiare a lavoratori impiegati nella lavorazione dell’amianto o per comprovata esposizione ambientale. Il mio auspicio è “che l’impegno preso sia definitivamente riconosciuto nel suo valore sociale e che l’emendamento trovi accoglimento – conclude Serracchiani – in nome di tante persone, Associazioni e Organizzazioni sindacali che da anni lottano con tenacia e dignità”.

RESP. UFFICIO STAMPA ANMIL – Marinella de Maffutiis
Tel. 06.54196-205/215/252/334 – Cell. 329.0582315