PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

Home E Comunicati stampa E FORNI (ANMIL): “PER LA TRAGEDIA DEL TRENO NESSUNO PARLI DI FATALITÀ O DI MORTI BIANCHE”

FORNI (ANMIL): “PER LA TRAGEDIA DEL TRENO NESSUNO PARLI DI FATALITÀ O DI MORTI BIANCHE”

FORNI (ANMIL): “PER LA TRAGEDIA DEL TRENO NESSUNO PARLI DI FATALITÀ O DI MORTI BIANCHE”

COMUNICATO STAMPA

FORNI (ANMIL): “PER LA TRAGEDIA DEL TRENO
NESSUNO PARLI DI FATALITÀ
O DI MORTI BIANCHE”

Roma, 31 agosto 2023 – “Come è sempre doveroso fare, attenderemo i risultati delle indagini per capire le responsabilità, ma in tragedie come questa in cui lo sgomento è sopraffatto solo dal dolore e dall’incredulità di come possano ancora accadere simili incidenti, vogliamo far sentire la nostra vicinanza alle famiglie dei 5 operai morti questa mattina delle quali conosciamo la sofferenza che stanno vivendo”, dichiara il Presidente dell’ANMIL Zoello Forni.
“Ma più di tutto chiediamo rispetto per queste vittime affinché nessuno in questa terribile vicenda parli di fatalità o di morti bianche, perché la sicurezza in questi ambiti lavorativi deve essere sempre al primo posto e non può ammettere leggerezze”. “A quanto si apprende – aggiunge Forni – gli operai lavoravano per una ditta esterna, la Sigifer di Borgovercelli (VC), e al momento dell’impatto stavano per iniziare la sostituzione di alcune rotaie, ma saremo al fianco di queste famiglie costituendoci parte civile per capire fino in fondo cosa sia successo perché la sicurezza deve appartenere a tutti, così come abbiamo fatto negli incidenti di Pioltello, Corato e Viareggio”.
Lo dobbiamo alle vedove, ai genitori e ancor più ai loro figli che non vedranno i loro padri tornare a casa – dichiara Forni – per un incidente che è una strage annunciata e l’ennesima dimostrazione della pericolosità dei lavori di manutenzione sulla rete ferroviaria”. La vicinanza di istituzioni e cittadini ci deve far riflettere tutti su cosa è veramente necessario fare perché queste stragi finiscano e la vita e la salute dei lavoratori vengano messe al centro dell’economia. “Il prossimo 11 settembre celebreremo l’80º anniversario della fondazione dell’ANMIL e incontreremo Papa Francesco e il Presidente della Repubblica in due differenti udienze private con una profonda pena nel cuore e dedicheremo a queste famiglie le nostre preghiere e il nostro impegno”, conclude il Presidente Forni.

 

La Rete ANMIL

SCOPRI IL NOSTRO 5 X 1000

COME UTILIZZIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO