Domani in radio il Sen Nannicini e il Pres. INAS-CISL Petteni su Amianto, INAIL e Legge di Bilancio 2021

Roma, 18 novembre 2020 – Domani, dalle ore 15.00 alle ore 16.00, il 14° Speciale Amianto in onda su Radio ANMIL Network (che trasmette attraverso il canale ANMIL su Youtube e Facebook su ANMIL Nazionale) avrà come ospiti in diretta il Sen. Tommaso Nannicini, componente della Commissione Bilancio del Senato, e Gigi Petteni, Presidente dell’INAS-Cisl, che si ritroveranno a parlare di come non sia solo il Covid-19 a mietere vittime nel nostro Paese e di quanto sia necessario fare a ridosso della legge di bilancio per i problemi causati dall’amianto.
Anche nel 2019, infatti, i dati INAIL segnalano un leggero aumento delle denunce di riconoscimento per tumori professionali dovuti a mesotelioma: uno scenario ancor più preoccupante per i malati oncologici che hanno dovuto diradare e, a volte, annullare i controlli periodici a causa dell’attuale emergenza sanitaria.
A fine dicembre 2020 scadrà il trattamento assistenziale a favore dei malati di mesotelioma per causa ambientale e/o familiare.
Le risorse ci sono ma tocca al Parlamento assicurarne la continuità ed aprire il dibattito per una Riforma del Fondo per le Vittime dell’Amianto a carattere universale ed egualitario.         
Il Fondo può rendere giustizia delle tante complicazioni burocratiche e, a volte, anche dei mancati riconoscimenti o ritardi negli indennizzi da parte dell’INAIL, dando immediato ristoro a tutte le vittime di malattie riconducibili all’esposizione all’amianto, come recita il co. 241 dell’art. 1 della legge 244/2007, sulla base della certificazione medica specialista, consentendo ai pazienti ancora in vita di poter accedere subito alle migliori prestazioni sanitarie.
E mentre le casse del Ministero dell’Economia continuano ad essere rimpinguate in base all’attuale normativa, le prestazioni a favore dei lavoratori continuano a ridursi. I tumori professionali indennizzati annualmente sono solo il 6% dei casi statisticamente attesi.  
Efficienza energetica e sicurezza sismica meritano il forte sostegno del bonus al 110%, invece la bonifica dall’amianto, pericolo crescente per la salute pubblica per la vetustà avanzata delle coperture in cemento amianto ancora presenti nelle città e nelle campagne, meriterebbe almeno lo stesso sostegno e ci si chiede come mai la bonifica dall’amianto non benefici anch’essa del super bonus del 110%.
Questi i temi che saranno al centro degli interventi in diretta dei nostri ospiti, coordinati da Giuseppe D’Ercole esperto di amianto dell’Associazione Nuovi Lavori e dal giornalista Fabio Sebastiani e l’intervento della resp. dell’ufficio Salute e Sicurezza dell’ANMIL Maria Giovannone, a partire dalle ore 15.00, sulla pagina Facebook ANMIL Nazionale dove è inoltre possibile intervenire con domande e spunti di riflessione.

Resp. Ufficio Stampa ANMIL
Marinella de Maffutiis – 06.54196205/334 – 329.0582315