ANMIL partner e media partner del Safety meets Culture: il Forum sulla sicurezza sul lavoro che si svolgerà a giugno a Prato

Dal 1 al 3 giugno torna a Prato il forum promosso da Cantierepro.com e patrocinato da istituzioni e associazioni regionali e nazionali impegnate su fronte della sicurezza sul lavoro

PRATO. Tutto pronto per la seconda edizione di Safety meets Culture (SmC), il forum nato per contribuire a creare e divulgare una corretta e consapevole cultura della sicurezza del lavoro. L’evento, promosso da “CantierePro”, è in programma da mercoledì 1 a venerdì 3 giugno prossimi a Prato nel Museo del Tessuto, in via Puccetti 3 e nei locali della Biblioteca Lazzerini del Comune. 

L’anteprima. Il forum avrà un’anteprima lunedì 30 maggio con la presentazione alla stampa. Dall’ 1 maggio al 3 giugno, in parallelo con gli appuntamenti del Forum, sarà possibile ammirare, nel Museo del Tessuto, l’esposizione dei manifesti storici nella mostra dal titolo “100 anni di a cura del Museo della segnaletica” della Collezione Segnaletica e nell’adiacente Sala Campolmi, la mostra fotografica itinerante a cura dell’Associazione Nazionale Ruggero Toffolutti contro le morti sul lavoro, che si intitola “Parole e immagini di chi ha perso la vita sul lavoro

Come raccontare la sicurezza sul lavoro. L’evento, che si svolge per il secondo anno dopo la prima edizione tenutasi a Siena, vuole offrire e raccontare informazioni, esperienze, spunti di riflessione sul tema della safety a una platea non di soli “addetti ai lavori”. Lo spirito di SmC è, infatti, quello di far incontrare il mondo delle Istituzioni con i cittadini, in platea e sul palco, unendo testimonianze di chi ha perso un familiare ma anche di aziende che si impegnano quotidianamente con buone prassi. Per CantierePro, infatti, soggetto promotore dell’iniziativa “La corretta definizione di cultura della sicurezza consiste nel mettere insieme il mondo della cultura e del lavoro proponendo e raccogliendo spunti di riflessione a tutti i cittadini, al fine di generare scelte consapevoli”.

Tre giorni di incontri e interviste. Durante la tre giorni si susseguiranno le testimonianze di molti rappresentanti del mondo dell’associazionismo e sarà possibile affrontare il tema della safety utilizzando anche i linguaggi dell’arte, del giornalismo, della politica. Saranno aperte anche delle finestre virtuali con i Live di Safety factory, attraverso le quali sarà possibile seguire le interviste, le tavole rotonde, le letture attraverso le quali si racconteranno case history, storie e buone pratiche legate alla sicurezza sul lavoro.

Tutti gli appuntamenti di mercoledì 1 e giovedì 2 giugno. Safety meets culture si aprirà al Museo del Tessuto, mercoledì 1 giugno alle ore 9 con un incontro dal titolo “Essere sotto padrone” Marco Omizzolo, sociologo Eurispes e docente dell’Università La Sapienza. “Quanto costa una passata di pomodoro?” è il titolo della tavola rotonda in programma dalle ore 10 alle ore 12 che vedrà protagonisti: Bruno Giordano, direttore capo INL, Sara Manisera, giornalista e scrittrice, Marco Omizzolo, Micaela Cappellini, INL sindacalista Cgil, Herve Faye, Coop. Casa Sankara. “La solidarietà arriva dall’alto” sarà il tema al centro dell’intervento di Anna Marras, presidente Super Eroi Acrobatici, in programma dalle ore 12 alle ore 13, mentre la lettura “Cosa significa caporalato?” dell’attrice Lidia Ricci accompagnerà i lavori durante tutto l’arco della giornata. Il pomeriggio si aprirà alle 15 con i “Racconti di schiavitù” di Sara Manisera e proseguirà, dalle 16 alle 18:30, con la tavola rotonda “Il diritto a un lavoro sicuro”, che vedrà protagonisti: Bruno Giordano, Lorenzo Gestri, sostituto procuratore del Tribunale di Firenze, Renzo Berti, direttore del dipartimento Prevenzione USL Toscana Centro, Matteo Ariano, presidente Fondazione “Massimo D’Antona”, Cristiana Molin, Studio Legale Odaleschi Becattini Andresano e Ass., Paola Batignani, vicepresidente Fondazione Sosteniamoli subito ANMIL, Valeria Toffolutti Parrini, Associazione Ruggero Toffolutti. Alle ore 10 focus dedicato a “I cantieri per eventi temporanei di rievocazione storica: il caso studio Palio di Siena”, con Danilo De Filippo, dell’Ispettorato territoriale del lavoro di Siena. Alle ore 11 si parlerà de “La gestione di cantieri complessi: Mercato centrale Firenze e la riqualificazione della stazione di Milano”, con Andrea Mezzedimi, direttore tecnico Mercato Centrale e Claudio Guido, studio InPRO. Nel pomeriggio, dalle 15:30 alle 17, Simone Muzio, responsabile tecnico EdiliziAcrobatica approfondirà il tema de “Il mantenimento del patrimonio artistico tramite l’edilizia di tipo acrobatico”.

Una Repubblica fondata sul lavoro, sicuro. Giovedì 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, SmC si concentrerà sulla tavola rotonda liberamente ispirata all’articolo 1 della Costituzione “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro (sicuro)”. Dalle ore 15 alle ore 18:30 si confronteranno sul tema autorevoli rappresentanti nazionali e locali di INL, INAIL, Anmil, Formedil Toscana, preceduti dai saluti istituzionali delle autorità regionali e locali.

Tutti gli appuntamenti di venerdì 3 giugno. La terza giornata di lavori sarà aperta alle ore 9, nella Biblioteca Lazzerini, dall’incontro dal titolo “Le parole sbagliate della sicurezza”, al quale parteciperanno: Enrico Galiano, insegnante e scrittore, Fabio Sebastiani, Radio ANMIL e Bruno Giordano. Alle ore 10:30 si parlerà de “La ribellione dei Rider” con: Yftalem Parigi, RLS Rider e Orazio Parisi, direttore della Vigilanza INL. Alle ore 11:30 inizierà la tavola “rotonda” dal titolo “Caporalato, sfruttamento, sicurezza, quali possibili soluzioni?” alla quale parteciperanno: Tommaso Nannicini (Pd), Sandro Ruotolo (Campo democratico e progressista), Walter Rizzetto (FdI), Sergio Romagnoli (M5S), William De Vecchis (Misto).

Safety Meets culture tra presente e futuro. Alle 12:45 i saluti del sindaco di Prato Matteo Biffoni e quelli di Alessio Cencioni, Ceo Cantierepro.com chiuderanno la seconda edizione di Safety meets Culture.  Per tutte le informazioni su Safety meets Culture e per prenotarsi alle iniziative è possibile visitare il sito safetymeetsculture.it, scrivere all’indirizzo di posta elettronica eventi@cantierepro.com o telefonare al numero +39 351 9802050.

*************

Alessio Cencioni, Ceo Cantierepro: “Per il secondo anno consecutivo riusciamo ad alzare il sipario su un evento che per noi è una sfida e un contributo sul tema della sicurezza sul lavoro. Non abbiamo risposte precostituite né certezze da vendere a buon mercato. Abbiamo un’idea precisa però: per generare una vera cultura della sicurezza occorre il dialogo e il confronto tra tutte le parti coinvolte. Il nostro obiettivo è dare un palco alle testimonianze e una platea che ne tragga spunti di riflessione, da informare i cittadini e dargli modo di maturare scelte consapevoli. Siamo soddisfatti di aver coinvolto tanti autorevoli soggetti che sono il vero elemento di interesse della nostra iniziativa”.

Istituzioni patrocinanti e media partners. Il Forum Safety meets culture è promosso da CantierePro e patrocinato da Comune di Prato; Regione Toscana, ANMIL, Fondazione Sosteniamoli Subito ANMIL, Formedil Toscana, Anci Toscana, Ispettorato nazionale del Lavoro, Fondazione Prof. Massimo D’Antona, Associazione Super Eroi Acrobatici, Associazione Ruggero Toffolutti, Associazione Agganciamoci alla vita. Tra i media partners: Safety Factory, Radio Radicale e Radio ANMIL Network che sarà presente per la tre giorni del Convegno con dirette dedicate ed interviste esclusive ai relatori.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.