Pensioni: malintesi ed errori degli italiani in previdenza

Gli italiani non conoscono l’abc del sistema previdenziale. Danno per scontato che la loro pensione futura non sarà sufficiente per mantenere un buon tenore di vita e sono molto preoccupati di un fatto: la lunga vita senile che li attende richiederà assistenza e cure che lo Stato non potrà assicurare. I risultati della sesta indagine campionaria realizzata da MEFOP, la società costituita nel 1999 dal Ministero dell’Economia, partecipata anche da 95 fondi pensione (e molti fondi sanitari e Casse di previdenza) per la promozione della previdenza complementare e la conoscenza sulle politiche di welfare, confermano in pieno il distacco che separa la percezione dalla realtà quando si parla di welfare. Nel Paese dove quasi ogni anno il governo di turno mette mano alle norme previdenziali, il 30% della popolazione dice di non sapere cos’è e come funziona il calcolo contributivo (percentuale in crescita rispetto al 23% del 2012) e più di un quinto (23% contro il 19% di sei anni fa) sostiene che il sistema vigente è interamente o prevalentemente a calcolo retributivo.
Per approfondire