OIL: il dialogo sociale italiano come esempio virtuoso nella lotta alla pandemia a cura dell’Ufficio Salute e Sicurezza ANMIL

OIL, Ginevra, 22 ottobre 2020 – La nota informativa dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) ‘Labour relations and COVID-19’ è stata interamente dedicata all’impiego del dialogo sociale in Italia, come strumento virtuoso di mitigazione della crisi da Covid-19 in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
In particolare, in controtendenza rispetto agli anni della crisi economica iniziata nel 2008 in cui il coinvolgimento delle parti sociali è stato marginalizzato nel processo decisionale sulle riforme del lavoro, la pandemia da Covid-19 ha innescato una rivitalizzazione del dialogo sociale tripartito, cioè tra parti sociali e Governo.
Il dialogo sociale ha infatti plasmato la risposta emergenziale del Governo nazionale, elevando le relazioni industriali e la contrattazione collettiva ad un ruolo chiave, sia a livello nazionale, settoriale che aziendale, alla ricerca di soluzioni per fronteggiare i rischi di salute nei luoghi di lavoro.
Il risultato principale, a livello nazionale, è stata la sottoscrizione del Protocollo condiviso del 14 marzo 2020, rinnovato in data 24 aprile 2020. I Protocolli, come noto, sono stati richiamati dalla decretazione emergenziale che ha conferito loro forza di legge. A questi, sono seguiti numerosi protocolli settoriali e accordi aziendali, in un notevole esempio di dialogo sociale multilivello coordinato.

 

Per approfondire:

ILO_Italian_social_dialogue