Pubblicato il rapporto OIL sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro "a cura dell'ufficio Salute e Sicurezza"

Roma, 28 aprile – In occasione della Giornata mondiale per la salute e sicurezza sul lavoro, l’OIL ha pubblicato il Rapporto ‘Anticipate, prepare and respond to crises. Invest now in resilient OSH systems’, attraverso cui l’Organizzazione ha esaminato le modalità di prevenzione e gestione del rischio di contagio da Covid-19 nei luoghi di lavoro e degli ulteriori rischi correlati alla pandemia e alle mutevoli modalità di lavoro derivanti dalle misure di controllo del Covid-19.
Riservando l’analisi al quadro fenomenologico contenuto nel Rapporto, i numeri rendono l’idea circa l’elevata esposizione del settore sanitario al rischio di contagio: 7.000 operatori sanitari sono morti dallo scoppio della crisi sanitaria, mentre 136 milioni di operatori sanitari e sociali rischiano di contrarre il Covid-19 attraverso il lavoro.
Oltre al rischio di contagio, le pressioni e i rischi che devono affrontare gli operatori sanitari durante la pandemia hanno pesato anche sulla loro salute mentale: 1 operatore sanitario su 5 a livello globale ha segnalato sintomi di ansia e depressione. Oltrepassando i settori della Salute e dell’Assistenza, molti altri luoghi di lavoro sono stati fonte di focolai, soprattutto nelle ipotesi di luoghi chiusi e di contatto ravvicinato con i colleghi e con l’utenza.
Altro versante di analisi numerica ha riguardato lo smart working, impiegato come misura straordinaria di prevenzione del contagio e di mantenimento dell’occupazione e della produzione. Sotto il profilo di salute e sicurezza, tuttavia, è noto come tale modalità di svolgimento della prestazione lavorativa abbia offuscato i confini tra lavoro e vita privata: il Rapporto, infatti, riporta che il 65% delle imprese intervistate dall’OIL e dal G20 OSH Network ha riferito che il morale dei lavoratori è stato difficile da sostenere durante il telelavoro.
Particolarmente tragico, infine, il bilancio per il lavoro informale. Nell’economia informale, infatti, molti degli 1,6 miliardi di lavoratori, specialmente nei paesi in via di sviluppo, hanno continuato a lavorare nonostante le misure di contenimento del contagio, quali ad esempio i blocchi della produzione e le restrizioni alla circolazione e all’interazione sociale. Per questo motivo, i lavoratori informali sono stato esposti ad un rischio di contagio elevato, non avendo neppure accesso, di contraltare, agli strumenti di protezione sociale di base, come il congedo o l’indennità per malattia.

Per approfondire:
https://www.ilo.org/wcmsp5/groups/public/—ed_protect/—protrav/—safework/documents/publication/wcms_780927.pdf

9 thoughts on “Pubblicato il rapporto OIL sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro

  • Wow! Thank you! I always needed to write on my site something like that. Can I take a fragment of your post to my site?

  • Just about all of whatever you mention happens to be supprisingly accurate and it makes me wonder the reason why I had not looked at this in this light before. Your piece truly did switch the light on for me personally as far as this subject matter goes. Nevertheless there is actually 1 issue I am not necessarily too cozy with so whilst I attempt to reconcile that with the actual central idea of your point, let me see what the rest of the visitors have to point out.Nicely done.

  • I¦ll right away seize your rss feed as I can’t find your email subscription link or e-newsletter service. Do you have any? Please allow me realize so that I may just subscribe. Thanks.

  • An impressive share, I just given this onto a colleague who was doing a little analysis on this. And he in fact bought me breakfast because I found it for him.. smile. So let me reword that: Thnx for the treat! But yeah Thnkx for spending the time to discuss this, I feel strongly about it and love reading more on this topic. If possible, as you become expertise, would you mind updating your blog with more details? It is highly helpful for me. Big thumb up for this blog post!

  • Great blog right here! Additionally your site quite a bit up fast! What web host are you the use of? Can I am getting your affiliate hyperlink in your host? I desire my web site loaded up as fast as yours lol

  • Good day! I know this is kinda off topic however I’d figured I’d ask. Would you be interested in trading links or maybe guest authoring a blog article or vice-versa? My blog covers a lot of the same topics as yours and I think we could greatly benefit from each other. If you’re interested feel free to send me an email. I look forward to hearing from you! Fantastic blog by the way!

  • I enjoy assembling utile info, this post has got me even more info! .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *