UE e Italia indietro sull’occupazione dignitosa " a cura dell'Ufficio Salute e Sicurezza"

 

Roma, 1 aprile – Da una recente ricerca della Confederazione sindacale europea ETUC – condotta dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) – emerge che l’Unione europea ha compiuto progressi esigui verso l’obiettivo di innalzare la qualità dell’occupazione nell’ultimo decennio.
Soprattutto, il rapporto “Decent Work & Sustainable Growth Index” evidenzia che l’impatto delle politiche di austerity è particolarmente evidente in Grecia, Italia e Spagna, tra i cinque Paesi con le prestazioni peggiori.
I risultati migliori, invece, sono stati raggiunti dai Paesi del Nord Europa: Paesi Bassi, Danimarca, Finlandia e Svezia.

Per approfondire: ETUC_Briefing_Note