Direttiva alle amministrazioni titolari di progetti, riforme e misure in materia di disabilità

4 aprile 2022 – È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Direttiva n.74 del 29-03-2022 del Ministero per le Disabilità rivolta a tutte le Amministrazioni dello stato titolari di progetti, riforme e misure in materia di disabilità nell’ambito della governance correlata al PNRR.
Scopo precipuo della Direttiva è quello di fornire alle Amministrazioni e soggetti delegati per l’attuazione del PNRR il quadro delle leggi e disposizioni relative alla disabilità per la progettazione e la realizzazione degli interventi, i principi guida da seguire e l’indicazione delle procedure da seguire per incrementare il grado di inclusività dei progetti.
Le persone con disabilità in Italia trovano una protezione costituzionale specifica nell’ambito del programma di giustizia sociale delineato dalla Carta costituzionale in favore dei soggetti deboli. Ad oggi secondo i dati ISTAT il numero di persone con disabilità in Italia raggiunge la cifra di 3.150.000, pari quindi al 5,2% della popolazione totale. La tutela delle persone con disabilità richiama dunque l’attenzione e l’intervento trasversale di più Amministrazioni competenti.
La Direttiva individua nei seguenti i principi a cui le Amministrazioni titolari degli investimenti contenuti nel PNRR sono chiamate ad attenersi:

  1. Accessibilità; la creazione di ambienti liberamente fruibili da tutti i cittadini. La possibilità di accedere facilmente all’informazione e alla comunicazione
  2. Progettazione universale (“Design for All”); tutti gli investimenti devono rispettare le sette declinazioni del principio:
  • Equità; consistente nella progettazione per tutti, a prescindere dalla condizione disabilitante
  • Flessibilità; consistente nella capacità di adattarsi alle diverse condizioni disabilitanti
  • Semplicità e intuitività; consistente nella facilità di comprensione, indipendentemente dall’esperienza dell’utente, dalla sua conoscenza, dalle sue capacità linguistiche o dal suo livello di concentrazione
  • Percettibilità delle informazioni; consistente nell’efficace comunicazione delle informazioni necessarie all’utente
  • Tolleranza all’errore; consistente nella minimizzazione dei pericoli e delle conseguenze avverse di azioni accidentali o non volute
  • Contenimento dello sforzo fisico; consistente nell’utilizzo in modo efficiente, confortevole e con minima fatica
  • Misure e spazi per l’avvicinamento e l’uso; consistente nel rendere lo spazio facilmente fruibile indipendentemente dalle dimensioni del corpo dell’utente, della postura e dalla mobilità
  1. Promozione della vita indipendente e il sostegno all’autodeterminazione: le riforme e gli investimenti devono tendere alla promozione della vita indipendente ed al sostegno all’autodeterminazione nel contesto sociale, economico e politico del Paese, con l’obiettivo di contrastare l’isolamento e la segregazione delle persone con disabilità
  2. Principio di non discriminazione: al fine di creare un ambiente fondato sulle pari dignità sociali e non discriminazione delle persone con disabilità, che consenta la piena espansione dello sviluppo della persona.

Inoltre per garantire un corretto accesso a luoghi, beni e servizi su base di uguaglianza e pari opportunità il Governo italiano ha attribuito all’Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità il ruolo di organismo preposto al monitoraggio.
Ogni Amministrazione responsabile dell’attuazione del Piano avrà cura di illustrare all’Osservatorio, i risultati previsti e conseguiti in materia di inclusione e disabilità, nonché le modalità attraverso cui l’Amministrazione provvede ad assicurare il rispetto, l’attuazione e la verifica dei criteri e dei requisiti indicati nella presente direttiva.

Per ulteriori approfondimenti è possibile consultare:

https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2022-03-29&atto.codiceRedazionale=22A01963&elenco30giorni=true

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.