PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

Home E ANMIL E Tragico incidente al deposito Atac di Tor Vergata: muore impiegato

Tragico incidente al deposito Atac di Tor Vergata: muore impiegato

Tragico incidente al deposito Atac di Tor Vergata: muore impiegato

Roma, 3 luglio 2024 – È deceduto Maurizio, l’impiegato cinquantunenne dell’Atac che questa mattina è caduto in una fossa di manutenzione dei mezzi di trasporto nel deposito di via di Tor Vergata a Roma. Dopo essere stato trasportato in ospedale in gravissime condizioni, i medici hanno dichiarato la sua morte cerebrale, poiché le sue condizioni erano irreversibili. L’incidente è avvenuto intorno alle 6 di oggi, mercoledì 3 luglio, nel quadrante est della Capitale.
Maurizio, che non era un operaio ma un addetto ai turni con mansioni tecnico-amministrative, è caduto nel ‘ponte-fossa’, un’area del deposito dedicata alla manutenzione dei mezzi. Secondo quanto ricostruito, l’impiegato si trovava nel deposito all’altezza del civico 193 di via di Tor Vergata quando, per cause ancora in corso di accertamento, è precipitato nella fossa, battendo violentemente la testa e perdendo conoscenza.
I carabinieri della Stazione di Tor Vergata e della Compagnia di Frascati sono intervenuti sul luogo dell’incidente, hanno transennato l’area e ascoltato alcune persone per raccogliere testimonianze. Le indagini sono in corso per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto e verificare eventuali responsabilità.
In una nota ufficiale, l’Atac ha espresso il proprio dispiacere e la vicinanza alla famiglia dell’impiegato. “Atac esprime il proprio dispiacere e la propria vicinanza alla famiglia per il grave incidente occorso a un proprio impiegato avvenuto nel deposito di Tor Vergata. L’azienda si è messa pienamente a disposizione degli organi investigativi per contribuire ad accertare la dinamica e le cause del gravissimo evento”, ha dichiarato l’azienda che gestisce il servizio di trasporto pubblico in città.
Secondo le prime ricostruzioni, Maurizio si trovava nell’area del ‘ponte-fossa’, una buca alta 1 metro e 60 centimetri e larga circa un metro, utilizzata per consentire agli operai di svolgere interventi di manutenzione sui mezzi posizionati al di sopra. Cadendo, Maurizio ha battuto violentemente la testa, perdendo conoscenza.
I colleghi hanno subito dato l’allarme, chiamando il Numero Unico delle Emergenze 112 e richiedendo un intervento urgente. Il personale sanitario è arrivato tempestivamente e ha trasportato Maurizio in codice rosso al Policlinico Tor Vergata. Nonostante gli sforzi dei medici, le sue condizioni sono progressivamente peggiorate fino al decesso.

La Rete ANMIL

SCOPRI IL NOSTRO 5 X 1000

COME UTILIZZIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO