Open Data INAIL, calo di infortuni nel primo trimestre 2020 con #Coronavirus

Roma, 24 aprile 2020 – Sono appena stati pubblicati dall’INAIL i dati infortunistici sul lavoro nei primi tre mesi dell’anno 2020. Secondo i numeri condivisi, le denunce di infortunio sono state 130.905 (-16,9% rispetto allo stesso periodo del 2019), 166 delle quali con esito mortale (-21,7%). In diminuzione le patologie di origine professionale denunciate, che sono state 14.101 (-11,3%). I dati sono fortemente influenzati dall’emergenza #Coronavirus, che in marzo ha portato alla sospensione di molte attività lavorative su tutto il territorio nazionale. Rispetto all’andamento degli altri settori economici, il settore Ateco “Sanità e assistenza sociale” ha registrato un forte incremento delle denunce di infortunio in occasione di lavoro: +33% su base trimestrale e +102% su base annuale (marzo 2020 vs marzo 2019). I casi denunciati sono raddoppiati, passando dai 1.788 del marzo 2019 ai 3.613 del marzo 2020 (tre denunce su quattro riguardano il contagio da #Covid-19). Dall’analisi per classi di età si contraddistingue quella tra i 25 e i 39 anni, che presenta un incremento di nove casi mortali rispetto alla diminuzione registrata in tutte le altre fasce.

#infortuni #mortisullavoro