Il Consiglio Nazionale si compone di 60 rappresentanti eletti dal Congresso e dai Presidenti Regionali (questi ultimi con voto consultivo).
Esso sovrintende alle attività dell’Associazione secondo gli indirizzi del Congresso.
In particolare:

a) elegge tra i suoi componenti, il Presidente Nazionale, i due Vice Presidenti e il Comitato Esecutivo e delibera in materia di decadenza dei propri componenti;
b) vigila sull’applicazione dei deliberati del Congresso; 
c) delibera sul piano triennale dell’Associazione e sui relativi aggiornamenti annuali e definisce le linee di indirizzo alle quali devono ispirarsi, nella pianificazione triennale ed annuale, i soggetti facenti parte della rete ANMIL; 
d) delibera sui bilanci e rendiconti dell’Associazione e definisce i criteri di assegnazione delle entrate alle strutture territoriali e centrali; 
e) delibera il proprio regolamento e gli altri regolamenti necessari per l’esecuzione del presente Statuto e la gestione dell’Associazione con riferimento; 
f) delibera sulla costituzione di organismi collegati all’Associazione, società e fondazioni, con partecipazione dell’Associazione di regola maggioritaria, salvo ipotesi di partecipazione non maggioritaria per la minore aderenza alla funzione sociale dell’ANMIL; 
g) delibera sulla costituzione delle nuove Sezioni Territoriali; 
h) delibera sui reclami contro i provvedimenti del Comitato Esecutivo per materie che non rientrino nella esclusiva competenza di quest’ultimo; 
i) delibera la convocazione della Consulta Nazionale, indicando i temi da affrontare per un Ordine del Giorno che la Consulta potrà arricchire;
 j) delibera il compenso annuale per i componenti del collegio sindacale e l’eventuale indennità per quelli degli organi statutari; 
k) delibera su questioni sottopostegli dal Presidente Nazionale, dal Comitato Esecutivo o dai Consigli Regionali, ferma restando la competenza decisionale dei proponenti sulle questioni in esame; 
l) può deliberare eventuali modifiche al presente Statuto, salvo ratifica nel Congresso immediatamente successivo, qualora queste siano rese necessarie da norme legislative ovvero da significative evoluzioni del quadro di riferimento economico e sociale delle attività associative; 
m) delibera le modalità di funzionamento della Consulta Nazionale; 
n) nomina, su proposta del Comitato Esecutivo, il Direttore Generale e ne determina il relativo compenso;
o) definisce i criteri in base ai quali il Comitato esecutivo, con propria delibera, provvede a delegare poteri di spesa al Presidente e al Direttore Generale, determinandone l’ammontare e la tipologia.
Il Consiglio Nazionale si riunisce almeno due volte all’anno, secondo un calendario programmato. Il Consiglio, inoltre, può essere convocato dal Presidente Nazionale ogni volta che lo ritenga necessario con provvedimento che chiarisca le motivazioni della riunione straordinaria; deve essere convocato, altresì, su richiesta di almeno un terzo dei Consiglieri Nazionali.
Il Collegio dei Sindaci partecipa alle sedute del Consiglio Nazionale.

FANNO PARTE DEL CONSIGLIO NAZIONALE:
i seguenti Consiglieri Nazionali

COGNOME e NOME CITTÀ
ANDRINI Mario Angelo Cremona
APRILE Giuseppe Milano
BAGA Gianni Parma
BALISTRERI Elio Alessandria
BETTI Claudio Roma
BIANCHIN Stelio Padova
BONANNI Luigi L’Aquila
BOZZER Amedeo Pordenone
BURZIGOTTI Alvaro Perugia
CAPONI Alessandra Pistoia
CASSINI Fortunato Verona
CIAMPAGNA Claudio Pescara
CORVAGLIA Antonio Lecce
COSTANTINO Francesco Reggio Calabria
CUCAROLLO Giuseppe Mantova
CUOMO Luigi Francesco Catanzaro
D’AMBROSIO Antonio Bari
DALL’ACQUA Ubaldo Vicenza
DEANDRI Emidio Taranto
DI BARBORA Firmino Monza
DI BELLA Antonio Varese
DI BIASE Aldo Caserta
DI SCIULLO Amato N. Prato
DIAMANTI Giuseppe Massa Carrara
FANTINI Ilario Bologna
FATTORILLO Sergio Macerata
FELICIANI Luigi Bergamo
FORNI Zoello Modena
FRATTONI Simone Roma
GALVANI Bruno Piacenza
GERARDIN Franco Venezia
GHION Lino Venezia
GIACOMELLI Emilio R. Sondrio
GIFFANTI Tiziano Lodi
LAMBERTI Marco Reggio Emilia
LAURETTA Giorgia Siracusa
LOFFREDA Domenico Frosinone
LORUSSO Vito Antonio Cosenza
LUZI Fausto Pesaro-Urbino
MAGINI David Grosseto
MAIORANA Antonio S. Trapani
MALAPONTI Salvatore Catania
MALATESTA Giorgio Lucca
MAROTTA Vincenzo Napoli
MASELLA Antonio Modena
MATTIOLI Romeo Udine
MAZZA Vincenzo Nicola Milano
MONDINI Giovanni Napoli
NANTELE Michele Agrigento
NICCOLAI Evaretto Firenze
PADULO Giovanni Campobasso
PERIN Giovanni Treviso
PIREDDA Antonio Cagliari
PISCICCHIA Massimiliano Terni
RISPOLI Luigi Salerno
SCHIANTA Fabio Vercelli
SERAFIN Luciano Rovigo
SPAGNUOLO Debora Latina
TRAFICANTE Antonia Rimini
VALENTINI Roberto Brescia

i seguenti Presidenti Regionali:

COGNOME e NOME REGIONE
BARGELLI Claudio Umbria
BIGARELLO Carla Bolzano – Provincia autonoma
CAPOZZO Antonino Sicilia
CARLIZZI Antonio Calabria
CHIADINI Luca Emilia Romagna
ENDRIZZI Bruno Trento – Provincia autonoma 
FAVRE Mario Valle D’aosta
FELICIANI Luigi Lombardia
FERRAZZO Michela Molise
GERARDIN Franco Veneto
LUCIANI Marcello Marche
MARCOZZI Nicola Abruzzo
MATTIOLI Romeo Friuli V.G.
MEDDA Antonello Sardegna
MUNICCHI Vincenzo Toscana
Rutigliano Filippo Puglia
SANNINO Patrizia Campania
SARDO Roberto Piemonte
SCANIGLIA Adriano Liguria
VERZULLI Alberto Lazio
VIVIANI Giovanni Basilicata