Min. Locatelli su inclusione lavorativa persone disabili

Roma, 15 febbraio 2024 –  “In effetti ci separano tanti altri aspetti della vita politica ma sull’inclusione lavorativa dobbiamo essere tutti insieme perché è arrivato il momento di dare delle risposte. Sicuramente attraverso una proposta di modifica della legge 68 che va attualizzata, vanno inseriti dei percorsi concreti anche di accompagnamento all’inserimento lavorativo. Va valorizzata anche la figura del disability manager, poco conosciuta e poco utilizzata”. Lo ha dichiarato la ministra per le Disabilità Alessandra Locatelli durante il question time alla Camera di ieri 14 febbraio. “Il mondo del Terzo settore in questi anni – ha sottolineato – ha saputo creare posti a tempo indeterminato e occasioni per tante persone con disabilità. Già nel decreto del 1° maggio abbiamo cercato di portare uno spiraglio, un incentivo per l’assunzione dei giovani lavoratori fino a 35 anni, che proprio oggi, pochi minuti fa, grazie all’emendamento del relatore l’on. Frassini, ha potuto essere prorogato. Questa misura è un piccolo segnale che vuole rivolgersi come incentivo al mondo del Terzo settore per l’assunzione dei giovani con disabilità”. “Ma dobbiamo fare molto di più. Con il Fondo unico che  si è creato nel mio ministero – ha aggiunto – ho intenzione di portare avanti una misura importante che possa offrire occasioni alle persone con disabilità attraverso un percorso con formazione, inclusione lavorativa e dimensione abitativa perché io penso che la vita e la dignità di una persona passino attraverso il benessere e la salute, l’inclusione lavorativa ma anche attraverso una dimensione abitativa che deve essere coniugata con l’autonomia e l’indipendenza delle persone. Penso che in questa direzione possiamo lavorare tanto e tutti, tutti insieme”.