RELAZIONE INAUGURAZIONE SEDE PROVINCIALE ANMIL BAT
 
       Il 5 Agosto 2011 presso la città di Andria in via D’ANNUNZIO 20, si è tenuta l’inaugurazione della sede provinciale ANMIL della Provincia di Barletta - Andria - Trani cosiddetta BAT, a testimonianza del costante impegno dell’Associazione teso a garantire con sempre maggior forza una presenza capillare sul territorio nazionale.
Presenti per l’occasione il Presidente Nazionale Anmil Franco BETTONI, il Direttore generale Anmil dr. Sandro GIOVANNELLI, il Presidente regionale ANMIL Puglia nonché consigliere nazionale ANMIL e provinciale ANMIL Bari Cav. Antonio D’AMBROSIO, il consigliere nazionale ANMIL oltre che consigliere regionale ANMIL Puglia e provinciale ANMIL Bari Cav. Pietro FAVIA, il membro Collegio Probiviri ANMIL Antonio TISTI, i responsabili locali e delegati Anmil dei comuni della Provincia Bat.
A riceverli il Reggente ANMIL Bat nonché’ Presidente ANMIL Bari, consigliere nazionale ANMIL oltre che consigliere regionale ANMIL Puglia Cav. Uff. Lorenzo LORUSSO che ha fortemente creduto in questo progetto associativo adoperandosi con tanta dedizione e passione.
Presenti anche il Presidente sede prov.le ANMIL Foggia Giuseppe CEDOLA con il dipendente dr Oscar MAITILASSO, i dipendenti ANMIL Bari Chiara MONGELLI e Pietro Michele INDUDDI, il consulente legale Patronato ANMIL Bari Avv. Maurizio CARDANOBILE, il dr Domenico DE ASTIS che ha collaborato con l’ANMIL sede prov.le di Bari durante la campagna fiscale e  il dipendente ANMIL Bat dr Savino DIMONTE.
Rilevante è stata la partecipazione di autorità politiche del territorio tra cui il Presidente della Provincia Barletta - Andria - Trani Francesco VENTOLA, il Sindaco di Andria Avv. Nicola GIORGINO, il Prefetto Provincia BAT dr Carlo SESSA, l’Assessore alle politiche attive del lavoro e rapporti con le associazioni Provincia Bat dr Pompeo CAMERO, la responsabile Settore servizi sociali Provincia Bat dott.ssa Anna PERRONE .
Inoltre sono intervenuti rappresentanti sindacali, forze armate e numerosi soci ANMIL provenienti dalla città di Andria e dalle vicine località che hanno affollato la neonata sede provinciale.
La cerimonia inaugurale ha avuto inizio con il taglio del nastro da parte del Presidente nazionale ANMIL Franco BETTONI a cui è seguita la benedizione dei luoghi ad opera di don Ettore LESTINGI cancelliere della Curia Vescovile di Andria.
Molto coinvolgente il discorso inaugurale del Reggente LORUSSO alla presenza di tutte le autorità, a seguire gli interventi del Presidente della Provincia Bat e del Sindaco di Andria entrambi soffermatisi sull’importanza che riveste l’attività dell’ANMIL per la prevenzione di infortuni sul lavoro nonché per la tutela-assistenza di invalidi, mutilati vedove e orfani di lavoro.
Da evidenziare la presenza dell’emittente televisiva locale “Amica 9 Barletta” che ha realizzato per l’evento un servizio molto interessante e dettagliato visibile sul sito www.youtub.com cercando BAT | Inaugurata sede provinciale ANMIL o sul sito www.amica9.it tra i contributi realizzati in data 6/8/20.
           
                                     IL REGGENTE ANMIL BAT

                                                                                                                              CAV.UFF. LORENZO LORUSSO

 
 
 
INAUGURAZIONE SEDE PROVINCIALE
A.N.M.I.L. BAT
“Barletta  - Andria  - Trani”
 
INTERVENGONO
 
IL PRESIDENTE NAZIONALE A.N.M.I.L. FRANCO BETTONI,
IL DIRETTORE GENERALE A.N.M.I.L. DR. SANDRO GIOVANNELLI
RAPPRESENTANTI A.N.M.I.L. REGIONALI, PROVINCIALI, LOCALI
DIRIGENTI INAIL REGIONALI E PROVINCIALI
AUTORITA’ ISTITUZIONALI REGIONALI, PROVINCIALI, COMUNALI
 
 
VENERDI 5 AGOSTO – ORE 10:00
C/O SEDE PROVINCIALE ANMIL BAT
ANDRIA – VIA GABRIELE D’ANNUNZIO , 20
 
 
Il Reggente Anmil Bat
Uff. Lorenzo Lorusso
 

 

 
 
 
 
 
 
 
Convegno su
 
”Prevenzione e sviluppo socio - economico nella Provincia
 
BAT”
 
Sala Rossa Castello Svevo di Barletta
 
30 Settembre 2010
 
 
 
La sicurezza dei lavoratori, la cultura della prevenzione, la responsabilità dei soggetti attori della sicurezza, gli investimenti nella sicurezza del lavoro, il sistema sanzionatorio.
Questi i temi del convegno di studi tenutosi presso la Sala Rossa del Castello Svevo di Barletta giovedì 30 settembre 2010, nell’ottica specifica della prevenzione e della responsabilità sociale delle imprese nel territorio della neo istituita VI provincia pugliese.
Organizzatrice dell’evento la sede Inail di Barletta in collaborazione con il dipartimento sui rapporti di lavoro e sulle relazioni industriali dell’Università Degli Studi Di Bari “Aldo Moro” e la Camera Dei Giuslavoristi di Trani nonchè il patrocinio della Provincia Bat e del Comune della città della Disfida.
Presenti anche le istituzioni locali rappresentate dal Prefetto della Provincia di Barletta - Andria – Trani dott. Carlo Sessa e dal Sindaco di Barletta ing. Nicola Maffei oltre al Direttore Regionale Vicario Inail Puglia dott. Mario Longo.
Relatori per l’occasione il Direttore della sede Inail di Barletta dott. Lorenzo Ieva, l’Avv. Pierfrancesco Damasco dell’Avvocatura Regionale dell’Inail Puglia, il dott. Luigi Caradonna della Direzione Regionale Inail Puglia,
l’Avv. Francesco Stolfa Presidente della Camera dei Giuslavoristi di Trani, il dott. Michele Ruggiero Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani.
Per l’Associazione Nazionale Fra Lavoratori Mutilati E Invalidi Del Lavoro sono intervenuti il Presidente delle sede Provinciale di Bari nonchè Reggente Anmil Bat Cav.Lorenzo Lorusso, insieme al collaboratore della sezione barese della Onlus dott. Savino Dimonte.
Come da programma l’inizio dei lavori è stato preceduto dai saluti delle autorità.
In particolare il Prefetto della Provincia Bat ha voluto sottolineare che la sicurezza sul lavoro è un’assoluta priorità per la società moderna, rammentando che il medesimo concetto e’ stato ribadito con forza anche dal Capo delle Stato.
Mentre il Sindaco Maffei si è soffermato sulla figura del lavoratore che oggi, in un periodo di crisi, è un soggetto debole costretto ad accettare condizioni di lavoro precarie e non sicure, oltre che sull’annunciato declassamento della sede Inail di Barletta scongiurato dal primo cittadino in quanto punto di riferimento del territorio del nord barese.
A seguire il Direttore Regionale Vicario Inail Puglia ha inteso evidenziare l’aspetto culturale del tema sicurezza, precisando come le pur essenziali norme in materia non appaiono sufficienti a evitare il quotidiano bollettino di guerra legato alle morti bianche, ma risulta indispensabile sensibilizzare gli stessi lavoratori al costante e corretto utilizzo dei dispositivi di sicurezza.
Dopo la chiara introduzione ai lavori del Prof. Leccese  in veste di moderatore della giornata di studi, il convegno ha aperto i battenti con la relazione del dott. Ieva. Completa e minuziosa l’esposizione durante la quale ha precisato il ruolo dell’Inail quale assicurazione sociale a sostegno dei lavoratori, esaltandone la singolarità per la caratteristica di rifondere l’assicurato anche  in caso di mancata corresponsione delle spettanze dovute.
L’Inail, ha proseguito il dott.Ieva, “E’ la sola azienda che promuove la riduzione dei propri clienti e collabora con le istituzioni al fine di pubblicizzare la cultura della sicurezza oltre che integrare il sistema normativo”.
I lavori sono proseguiti con la disquisizione dell’Avv. Stolfa.
Tema analizzato “I costi della sicurezza”che vede coinvolta principalmente la figura dell’imprenditore.
A parere del giuslavorista “Il datore di lavoro non considera subito l’opportunità di garantire la sicurezza così come avviene per quegli aspetti che gli assicurano immediati vantaggi economici; ma ad un’attenta valutazione, a lungo raggio temporale, un beneficio certamente lo presenta perchè consente di evitare vicende giudiziarie con conseguenze spesso catastrofiche proprio per l’estrema severità dei giudici nelle cause di lavoro, i quali individuano nel lavoratore infortunato l’anello debole della struttura produttiva.
Il legale ha poi concluso il suo discorso “Con l’auspicio che gli imprenditori non ritengano più la sicurezza un lusso bensì un investimento funzionale all’obiettivo, negli ambienti di lavoro, della massima protezione tecnologicamente possibile”.
Rilevante altresì la disamina del dott. Ruggiero.
Con competenza e chiarezza il magistrato ha analizzato il sistema sanzionatorio previsto dal Testo Unico  n. 81 del 2008 e le successive modifiche apportate dal decreto correttivo n. 106/2009, non solo sul piano degli importi delle sanzioni penali  ed amministrative, ma anche sul profilo qualitativo della scelta dei tipi di sanzione.
A seguire il dott. Luigi Caradonna ha approfondito il tema della prevenzione con un’ampia relazione sui “SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA (SGSL)”, ritenendoli strumento complementare e non surrogatorio rispetto all’obbligo per l’imprenditore di redigere un documento di valutazione del rischio aziendale (DVR), e sostenendo che “Se correttamente implementati, comporterebbero una diminuzione sostanziale degli infortuni sul lavoro”.
Il quadro degli interventi è stato completato dall’Avv. Pierfrancesco Damasco, dell’Avvocatura Regionale Inail Puglia, con attente considerazioni sugli illeciti penali in materia di sicurezza e rivalse dell’Inail.
L’appassionante convegno si è concluso con un dibattito caratterizzato da interventi domande e suggerimenti.
Da segnalare il discorso del Cav. Lorenzo Lorusso, Presidente della sede Provinciale Anmil di Bari e Reggente Anmil Bat.
Il rappresentante dell’Associazione Nazionale Fra Lavoratori Mutilati e Invalidi Del Lavoro in un primo momento ha ringraziato il dott. Ieva per il coinvolgimento, riconoscendo la costante e proficua collaborazione della sede Inail di Barletta con l’operato della Onlus.
In seguito ha illustrato la “Mission” dell’Associazione che da più di 60 anni tutela e rappresenta gli invalidi del lavoro e i loro famigliari, orfani e vedove di caduti sul lavoro garantendo un sostegno materiale attraverso una serie di servizi tutti completamente gratuiti, oltre che psicologico, in tutte le Regioni e Province Italiane grazie alla presenza di collaboratori ed esperti.
Il Cav. Lorusso, concludendo, ha ribadito con enfasi l’impegno dell’Anmil a rendere meno problematico il percorso irto di difficoltà che attende la vittima di un infortunio sul lavoro e i suoi famigliari; in quest’ottica ha annunciato l’istituzione della sede Anmil della Provincia Bat, che sarà ubicata nella città di Andria e presumibilmente inaugurata nel nuovo anno, con l’obiettivo di essere il punto di riferimento per la “Categoria” nel nord barese.    
 
 
 
 
 
                                                                                                      
IL PRESIDENTE PROVINCIALE
E REGGENTE BAT
CAV. LORENZO LORUSSO 

Iniziative

 


Organizzate sul territorio provinciale

MONUMENTO AI CADUTI DEL LAVORO

A  BARLETTA

 

 

 


 

Il monumento ai caduti del lavoro situato a Barletta in via Barberini è stata un‘iniziativa fortemente voluta dalla sede provinciale Anmil di Bari ed è stata realizzata con il patrocinio del comune, in occasione della Giornata provinciale delle vittime degli incidenti sul lavoro celebrata nella città della Disfida nel 2007.

L’opera testimonia il grande impegno dell’amministrazione comunale verso le tematiche sociali e riconosce il giusto tributo a chi ha sacrificato la propria vita per il lavoro.

Ricordiamo che la scultura, oltre ad avere un valore simbolico decisamente rilevante, ha impreziosito l’arredo urbano della città capofila della VI provincia pugliese.

Il Presidente provinciale Anmil di Bari e Reggente Bat, nonché il responsabile della sede locale Anmil di Barletta sig. Carusillo Luigi e tutti i soci ringraziano l’Amministrazione Comunale per aver restituito decoro ad un luogo precedentemente abbandonato e presidiato da cani randagi che rendevano invivibile la quotidianità per gli abitanti.

 

 

                                                                                    

                       IL PRESIDENTE PROVINCIALE

 E REGGENTE BAT

                                                                                                                      UFF. LORENZO LORUSSO