FESTA PER LA SICUREZZA SUL LAVORO


Per informazioni: tel. 06 54196334 - fax 06 5402248 - comunicazione@anmil.it


 L’ANMIL e il Comune di Terracina promuovono la 1ª edizione di 

“#primomaggioterracina – Festa per la sicurezza sul lavoro”

 

"Qui Terracina. Il nostro concertone, il concertone della sicurezza sul lavoro". Sarà questo l'incipit della manifestazione canora, e non solo, che si terrà sul lungomare laziale il primo maggio. Perché la festa dei lavoratori potrà essere tale soltanto se, nel nostro Paese, si potrà parlare di lavoro sicuro. L'AMNIL e il Comune di Terracina saranno insieme per la prima volta, nell'Arena del Molo, che farà eco alla storica piazza di San Giovanni a Roma. In scena, a partire dalle 16.30, un cast di artisti "impegnati" a veicolare il messaggio che tutti, donne e uomini, hanno diritto a "lavorare in sicurezza". È questo il mantra dell'Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro che, da oltre settant'anni, è vicina alle famiglie dei caduti e degli infortunati. Protagonisti saranno la cantautrice Mariella Nava e il rapper Skuba Libre, testimonial storici dell'ANMIL, a cui si è aggiunto anche Marco Martinelli, finalista di "Forte Forte Forte 2015". Con loro avrebbe dovuto esserci il grande chitarrista degli Avion Travel Fausto Mesolella, scomparso proprio ieri pomeriggio, tra l'incredulità e il dolore di tutti noi che lo avevamo appena annunciato. Sul palco si alterneranno anche altri gruppi, da Emanuele Galoni ad Emanuele Colandrea, dal Muro del Canto ai Chicken Production. Il gran finale sarà firmato da Teresa De Sio, raffinata voce tra il folk e il rock della canzone napoletana, che questa volta affiderà le sue note di libertà e di impegno alla comunità del litorale romano. Ha detto sì alla performance in riva al mare anche Paola Minaccioni, l'attrice comica che ha fatto di televisione, cinema, teatro e cabaret i luoghi della sua espressione. Ma il #primomaggioterracina sarà anche una occasione di incontri, scambi di esperienze e riflessioni sui problemi della sicurezza e della tutela dei lavoratori. L'obiettivo: avviare un percorso formativo finalizzato innanzitutto alla prevenzione, dal mondo della scuola a quello delle aziende che operano sul territorio. Un apposito Protocollo è stato firmato a tale scopo dall'ANMIL e dal Comune per incrementare le buone pratiche che dovranno contribuire ad invertire la tendenza che vede la provincia di Latina al primo posto, nel Lazio, per infortuni sul lavoro e malattie professionali. Lo hanno detto a due voci il presidente regionale dell'ANMIL Lazio, Domenico Loffreda e il sindaco di Terracina, Nicola Procaccini, tra i quali è scattata una sinergia immediata. 

Via libera dunque a questo primo maggio con il suo intreccio di performance e racconti, a cominciare da quelli degli infortunati sul lavoro. "L'ANMIL chiederà ancora una volta ai suoi iscritti di essere testimoni di se stessi con le loro storie, che più di ogni altra voce, riescono a rappresentare che cosa accade quando un lavoratore e la sua famiglia attraversano la tragedia dell'infortunio". A parlare è il presidente nazionale dell'Associazione, Franco Bettoni, vittima del lavoro egli stesso e che, proprio per questo, ha messo la sua vita al servizio degli altri. E sarà tanta la vita che passerà sul palco dell'Arena del Molo perché, quando i temi sono "difficili", i toni possono essere "lievi" e perché, quando si parla di lavoro, non si può lasciare spazio soltanto alle emozioni negative. Il primo esempio del connubio tra disabilità e rinascita arriva dall'ANMIL Sport, che si è già messo all'opera per organizzare, proprio sul Lungomare Circe di Terracina, una dimostrazione di Handbike lungo la pista ciclabile. Illuminanti sono state le parole del responsabile del Lazio, Gianni Del Vescovo, che ha detto pubblicamente che, proprio grazie allo sport, ha ripreso il controllo di tutte le sue facoltà: "Prima la testa, a seguire il corpo e infine l'emozione". Dalla terra all'acqua. In programma c'è anche l'allestimento di una speciale imbarcazione adibita alle buone pratiche per persone disabili. Ad occuparsene è un lupo di mare, Luigi Zambon, presidente della Scuola di Vela e di Navigazione di Sabaudia. Lavori in corso, dunque, sul molo e non solo. L'agenda delle cose da fare è in mano all'Assessore alle Politiche del Lavoro, Danilo Zomparelli, che ha affermato di credere fortemente nell'intesa tra istituzioni pubbliche e ANMIL, a cominciare dalla prevenzione. Appianare le disparità fino a rimuoverle per rimettere ogni persona al centro del suo percorso: questa la sfida possibile che il primo maggio porterà all'attenzione dei cittadini perché le parole chiave "lavoro-sicuro" facciano di questa festa una festa di tutti.

 

CIAO FAUSTO, ti ricorderemo al Concerto #primomaggioterracina che vogliamo dedicarti

 

NO, FAUSTO NO..... È soltanto uno dei tantissimi commenti che sono stati affidati a Facebook ieri pomeriggio, dopo la morte di Fausto Mesolella. Perché lui, il mitico chitarrista degli Avion Travel, ieri pomeriggio è andato via, di corsa, stroncato da un infarto, lasciando tutti noi increduli e con le lacrime agli occhi. L'ANMIL e il Comune di Terracina lo avevano annunciato, proprio ieri mattina, nella conferenza stampa che si è tenuta in Municipio per presentare il concertone del prossimo primo maggio. Fausto Mesolella, che era entrato a far parte dei testimonial dell'Associazione, avrebbe dovuto calcare il palco dell'Arena del Molo, dedicato alla Festa della Sicurezza sul Lavoro. Un coro di voci si è levato da Terracina: "Ma come?... Lo abbiamo appena nominato... Doveva essere qui con noi...". continua a leggere >>