GIORNATA DELLA DONNA 2016


Per informazioni: tel. 800.180.943 - comunicazione@anmil.it

 

CARTELLA STAMPA 

 

Comunicato Stampa

Sintesi dello studio

Scheda ringraziamenti

Discorso Presidente Bettoni

Discorso Dirigente ANMIL Donna

Discorso Senatrice Amati

Tabelle statistiche studio

Dati infortuni donne nazionali

Dati infortuni donne Lazio

Scheda ANMIL

Il volume "Il vecchio e il nuovo"

 

Le iniziative sul territorio nazionale in ordine cronologico:

1 ROMA - 3 marzo
2 Pavia - 3 marzo
3 Palermo - 4 marzo
4 Lodi - 4 marzo
5 Lucca - 4 marzo
6 Ancona - 5 marzo
7 Isernia - 5 marzo
8 Nuoro - 5 marzo
9 Padova - 5 marzo
10 Pordenone - 5 marzo
11 Varese  - 5 marzo

12 Asti - 6 marzo
13 Belluno - 7 marzo
14 Bergamo - 7 marzo
15 Biella  - 7 marzo
16 Catanzaro - 7 marzo
17 Crotone - 7 marzo
18 Fermo - 7 marzo
19 Grosseto - 7 marzo
20 Mantova - 7 marzo
21 Perugia - 7 marzo
22 Pistoia - 7 marzo
23 Reggio Emilia - 7 marzo
24 Rieti - 7 marzo
25 Vibo Valentia - 7 marzo
26 Ascoli Piceno - 8 marzo
27 Cuneo - 8 marzo
28 Oristano - 8 marzo
29 Ragusa - 8 marzo
30 Terni - 8 marzo
31 Trieste - 8 marzo
32 Verbania - 8 marzo
33 Sassari - 8 marzo
34 Siracusa - 13 marzo

 

Leggi i resoconti delle iniziative sui territori >>

  
Stampa  

ANMIL HA PRESENTATO LO STUDIO “IL VECCHIO E IL NUOVO”

VITE DI DONNE A CONFRONTO:

COME SONO CAMBIATI IL LAVORO E LA TUTELA AL FEMMINILE

NEGLI ULTIMI 50 ANNI

 

 

Per richiamare l’attenzione sul mondo del lavoro al femminile e sulla tutela prevista per le donne che si infortunano a causa dell’attività lavorativa o rimangono permanentemente invalide anche per aver contratto una malattia professionale, il Gruppo Donne ANMIL per le Politiche Femminili ha promosso la realizzazione di uno studio dal titolo esplicativo: “Il vecchio e il nuovo - Vite di donne a confronto: come sono cambiati il lavoro e la tutela femminile negli ultimi 50 anni”, curato da esperti in materia statistica e normativa che oggi, 3 marzo, è stato presentato in occasione della Giornata della Donna 2016.

Alla conferenza stampa, i cui lavori sono coordinati dalla giornalista Luce Tommasi, sono intervenuti: il Segretario di Presidenza del Senato e Componente Commissione straordinaria per la tutela e la promozione diritti umani, Sen. Silvana Amati; il Presidente del CIV INAIL, Francesco Rampi; i curatori dello studio, ovvero il Coordinatore dei Servizi Statistico-informativi ANMIL, Franco D’Amico, e la giurista Maria Giovannone Responsabile scientifico di ANMIL Sicurezza. Per l’ANMIL ci sono invece il Presidente nazionale, Franco Bettoni, la Componente del Comitato esecutivo, Martina Muzi e le Rappresentanti del Gruppo Donne per le Politiche femminili, Maria Stella Agnello e Michelina Ferrazzo.

L’interessante excursus sull’evoluzione del fenomeno infortunistico al femminile negli ultimi 50 anni insieme a quello della tutela assicurativa, consente di comprendere quale direzione sia più opportuno imprimere al Testo Unico infortuni - che risale al 1965 e andrebbe interamente rivisto - alla luce delle mutate condizioni lavorative e delle esigenze di una società in cui il ruolo delle donne nell’economia diventa sempre più pregnante.

Valore aggiunto dello studio - che punta al miglioramento della qualità della vita delle famiglie italiane, nell’ambito delle quali diventa sempre più complessa per le donne la conciliazione tra le varie esigenze e il lavoro - è dato da alcune storie inserite nel volume di donne appartenenti alle diverse generazioni dell’ultimo cinquantennio, infortunatesi sul lavoro in lavorazioni e zone diverse del paese. Tra emozioni di vite reali, si comprenderanno così le differenti condizioni lavorative e di tutela di ieri e di oggi, per un’indagine conoscitiva inedita e scientifica allo stesso tempo sui cambiamenti del ruolo della donna in ambito lavorativo in mezzo secolo dal punto di vista normativo, statistico, psicologico e delle dinamiche sociali interagenti.


Programma

 

UFFICIO STAMPA ANMIL - Marinella de Maffutiis

06.54196-205/334 - 329.0582315