SICUREZZA


Per informazioni: tel. 06 54196334 - fax: 06 5402248 - email: comunicazione@anmil.it

 

 

 

 

 

 

 

 

  

GRANDE SUCCESSO

PER LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE

DELLA XIII EDIZIONE DEL CONCORSO “PRIMI IN SICUREZZA – TUTTI IN RAP (RIDURRE ANZI PREVENIRE)”

 

Si è conclusa lo scorso 4 giugno con una partecipazione straordinaria anche la XIII edizione del Concorso “Primi in sicurezza” dal titolo “Tutti in RAP (Ridurre Anzi Prevenire)”, la cui premiazione ha saluto regalare agli oltre 250 studenti accompagnati dai docenti venuti da tutt’Italia per ritirare premi e attestati, una giornata entusiasmante e sorprendente.  Infatti, oltre all’eccezionalità della location ospitante, la Sala “Nuova Aula” del Palazzo dei Gruppi parlamentari, ad aprire la cerimonia ci sono stati gli interventi Presidente nazionale ANMIL Franco Bettoni, del Direttore della rivista per le scuole “Okay!” Dott. Roberto Alborghetti, del Segretario di Presidenza del Senato e Componente Comm. straordinaria tutela e promozione diritti umani Sen. Silvana Amati, del Presidente Commissione Lavoro al Senato Sen. Maurizio Sacconi, del Presidente del Comitato di Indirizzo e Vigilanza dell’INAIL Francesco Rampi, del Direttore Centrale Prevenzione INAIL Ing. Ester Rotoli.

Il Presidente nazionale ANMIL, Franco Bettoni, ha posto l’accento sull’idea associativa secondo la quale l’attenzione verso i temi della sicurezza e della prevenzione deve far riferimento a un programma educativo messo in atto sin dai banchi di scuola per poi proseguire nella vita, obiettivo al quale l’Associazione mira a raggiungere in maniera fattiva grazie a numerose iniziative dedicate alle scuole di ogni ordine e grado e al valore aggiunto della “testimonianza”, ovvero il racconto diretto di un associato ANMIL circa l’infortunio subìto.

Il Direttore della rivista per le scuole “Okay!” e organizzatore assieme ad ANMIL del Concorso, Roberto Alborghetti, che ha espresso la propria soddisfazione per il successo ottenuto dalla XIII edizione di “Primi in sicurezza” che ha superato ogni aspettativa ricevendo migliaia di lavori dalle scuole di tutt’Italia, <<un lungo racconto del nostro Paese nelle sue numerosissime sfaccettature>>.

Il Segretario di Presidenza del Senato e componente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del Senato, Sen. Silvana Amati, che da anni segue con sensibilità e vicinanza le battaglie ANMIL collaborando con l’Associazione per il riconoscimento dei diritti degli infortunati sul lavoro con particolare attenzione alle tematiche di genere, ha evidenziato il proprio apprezzamento per l’ennesima manifestazione ANMIL volta a diffondere la cultura della sicurezza attraverso la divulgazione di problematiche e questioni ad essa connesse, stavolta modulata per i piccoli cittadini.

Il Presidente della Commissione Lavoro al Senato, Sen. Maurizio Sacconi, ha ricordato quanto sia importante l’informazione, conoscere rischi e pericoli che possono provocare infortuni in tutti i settori, dall’ambiente lavorativo, a quello scolastico e domestico. <<Nessuno più dell’ANMIL ha saputo portare nelle scuole il tema degli infortuni, esprimendo in modo forte il nostro bisogno di sicurezza>> dichiara Sacconi e conclude esortando <<Vogliatevi bene per voler bene agli altri>>.

Il Presidente del Comitato di Indirizzo e Vigilanza dell’INAIL, Francesco Rampi, nell’esprimere il proprio compiacimento per l’invito ad un evento colmo di giovani e carico dunque di energia, si è soffermato sul concetto di “prevenzione”, quale parola chiave dei prossimi interventi che l’Istituto sta mettendo in atto in vista del 2016 e sulla quale si confronterà con altre realtà europee per un loro coinvolgimento a partire dai cittadini del domani.

Il Direttore Centrale Prevenzione dell’INAIL, l’Ing. Ester Rotoli, si è soffermata sulla necessità di investire sui giovani se si vuol creare una cultura della sicurezza. Pertanto risulta indispensabile “stare al passo con i tempi” definendo e utilizzando strategie comunicative innovative. In tale contesto risulta indispensabile una maggiore sinergia d’interventi tra Istituzioni e Circoscrizioni territoriali e scuola.

Il Socio ANMIL, Alberto Verzulli, nonché Presidente della Sede ANMIL di Monterotondo (RM) e Consigliere della Sede associativa di Roma, ha raccontato la propria storia d’infortunio subìto nel percorso casa-lavoro ad appena 27 anni, provocato da un incidente stradale avvenuto per colpa di un colpo di sonno di un lavoratore, stremato dai turni lavorativi, alla guida di un’auto che gli si è schiantata addosso.

L’ospite d’eccezione e finalista dell’edizione 2015 del famoso programma televisivo di Sky “Italia’s Got Talent”, il rapper Skuba Libre, ha proseguito gli interventi dedicando un’esibizione dal vivo, “Ave Maria, piena di rabbia” sulle note di una versione remixata della celeberrima “Ave Maria” di Schubert - tra l’altro molto apprezzata dai presenti - alle mamme che ogni giorno pregano per la sicurezza e l’incolumità dei propri figli.

Sono seguite, tra emozione e voglia di far comprendere il proprio impegno verso questa causa, le premiazioni delle scuole vincitrici cui sono andati i premi in palio: droni, stampanti e tablet.

“L’ANMIL ha voluto anche quest’anno rafforzare la propria missione di promozione sociale, contribuendo ancora una volta, a portare la cultura della prevenzione e della sicurezza sul lavoro tra i giovani che frequentano le nostre aule scolastiche”, dice il Presidente ANMIL, Franco Bettoni. “In un mercato del lavoro che insegue il profitto cercando di superare questa lunga crisi” - conclude Bettoni - “noi invalidi del lavoro vogliamo continuare a credere e ad investire sui giovani, perché essi soltanto ci danno la speranza che nei prossimi anni possa essere sempre più forte la rivendicazione di posti di lavoro che non mettano in pericolo la vita e l’incolumità fisica dei lavoratori”.

 

 

XIII EDIZIONE CONCORSO “PRIMI IN SICUREZZA” 

 

PROMOSSO DA ANMIL E DAL MENSILE PER LE SCUOLE “OKAY!”

PREMIA 12 ISTITUTI DI TUTTA ITALIA

 

4 giugno - ore 13.00, Roma

 

L’artista rapper Skuba Libre, finalista dell’edizione 2015 del famoso programma televisivo di Sky Italia's Got Talent  l’ospite d’eccezione che ha premiato i giovani vincitori del Concorso per le scuole promosso dall’ANMIL e dal mensile “Okay!” (la rivista per la scuola diretta da Roberto Alborghetti), intitolato quest’anno “Tutti in RAP (Ridurre Anzi Prevenire)” venuti da tutta Italia per la cerimonia che si è svolto il 4 giugno, nella prestigiosa sede istituzionale della Camera dei deputatila “Nuova Aula” del Palazzo dei Gruppi Parlamentari (in Via di Campo Marzio, 74), con quasi 300 partecipanti tra studenti dalle scuole elementari alle superiori, dirigenti scolastici, docenti e alcuni genitori provenienti da tutta Italia e alla presenza di numerose autorità.

La premiazione dei 12 Istituti scolastici vincitori della XIII edizione del Concorso nazionale “Primi in sicurezza” è stata preceduta dagli interventi coordinati dalla giornalista Luce Tommasi del Presidente nazionale ANMIL Franco Bettoni e del Direttore della rivista per le scuole “Okay!”, Roberto Alborghetti, cui sono seguiti quelli della Sen. Silvana Amati, Segretario di Presidenza del Senato e Componente Comm. straordinaria tutela e promozione diritti umani; del Presidente Commissione Lavoro al Senato, Sen. Maurizio Sacconi; del Presidente CIV INAIL, Francesco Rampi; del Direttore Centrale Prevenzione INAIL, Ester Rotoli dell’artista Skuba Libre.

In particolare quest’anno l’edizione è stata intitolata “Tutti in RAP (Ridurre Anzi Prevenire)” per invitare i ragazzi a cimentarsi anche con proposte originali su un genere oggi sempre più amato dai giovani e il risultato è stato meritorio.

L’ANMIL è una onlus che esiste da oltre 70 anni e raccoglie in tutta Italia oltre 400.000 iscritti per i quali si adopera offrendo loro supporto e assistenza attraverso le oltre 500 sedi e, allo stesso tempo, promuove con numerose iniziative la prevenzione degli infortuni in ambito lavorativo per combattere un fenomeno che provoca circa 3 morti al giorno, oltre 2.000 infortuni e 40.000 invalidi permanenti ogni anno, per non parlare della strage silenziosa legata alle malattie professionali.

“I dati INAIL rivelano che il lavoro minorile ha provocato nel 2013 oltre 6.100 infortuni l’anno, mentre nelle scuole gli incidenti che riguardano gli studenti sono stati sempre nello stesso anno 88.530 – spiega il Presidente dell’ANMIL Franco Bettoni - cifre che giustificherebbero maggiori investimenti perché il valore della prevenzione non può essere sottovalutato ed è tra i banchi di scuola, quando inizia la più grande formazione, che si deve far comprendere quanto sia importante, soprattutto per evitare di farne le spese sulla propria pelle”.

“Per questo come associazione che da oltre 70 anni ci occupiamo di assistere e tutelare le vittime del lavoro a partire dai nostri 400.000 iscritti – conclude il Presidente dell’ANMIL puntiamo a stimolare l’entusiasmo dei giovani affinché, domani, diventino lavoratori o imprenditori responsabili che mettano la prevenzione tra i valori intangibili e, con tutti i partecipanti al Concorso sappiamo di avere nuovi alleati in questa lotta ed è su di loro che punteremo per proseguire la nostra campagna per la prevenzione degli infortuni”.

 

 

La prevenzione si impara a scuola: idee, ricerche, proposte e messaggi.

Promossa da ANMIL e OKAY! Mensile con attività sorprendenti x scuole intelligenti 

***

La novità di questa edizione “Tutti in RAP (Ridurre Anzi Prevenire)”

 

Promuovere nelle scuole italiane il tema della sicurezza suoi luoghi di lavoro. È questa la finalità di base della XIII edizione della “campagna” di promozione e di informazione proposta dal mensile OKAY! e dall'ANMIL, Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati ed Invalidi del Lavoro. Come avvenuto nelle precedenti edizioni, attraverso una serie di messaggi e di sollecitazioni - nello stile tipico che caratterizza l’azione della testata nel panorama editoriale nazionale - le scuole italiane saranno invitate a riflettere sull’esigenza di maggiore sicurezza nei luoghi di vita, di studio, nello sport e sul lavoro attraverso il coinvolgimento degli studenti in una prova-concorso per la realizzazione di elaborati sul tema della prevenzione in particolare degli incidenti, degli infortuni e delle malattie professionali in ambito lavorativo.

Alle scuole autrici delle migliori proposte verranno infine attribuiti premi e riconoscimenti, da assegnare nel corso di una cerimonia pubblica.

Si può davvero essere “Primi in Sicurezza” è questo il senso di una iniziativa che ha “fatto scuola” parlando al mondo della scuola, dove si formano cultura, mentalità e gli atteggiamenti di quelli che saranno i “cittadini di domani”, ma che in realtà sono già cittadini a tutti gli effetti.

L’operazione PRIMI IN SICUREZZA ha come destinatari gli allievi delle scuole dell’obbligo e delle scuole dell’infanzia. Ma, vista la valenza sociale e culturale del tema proposto, il concorso vuole coinvolgere, proprio attraverso la partecipazione delle classi scolastiche compresi anche gli istituti superiori, una più ampia fascia di pubblico: le famiglie, le aziende, le istituzioni e gli enti che operano nell’ambito della tutela di chi lavora.

PRIMI IN SICUREZZA intende stimolare i ragazzi ad ampliare il proprio sguardo sul tema della prevenzione, invitandoli a leggere la realtà circostante, ad interrogarsi a scuola ed in famiglia sulle condizioni di sicurezza dei luoghi lavorativi, ad effettuare verifiche sul territorio, ad individuare messaggi e proposte per migliorare le condizioni di sicurezza.

Sullo sfondo di questa “campagna” di utilità sociale, emergeranno la natura, il ruolo e le attività di ANMIL della quale verrà sottolineata l’immagine di Associazione al servizio della sicurezza.

Nel corso degli anni, PRIMI IN SICUREZZA, si è accreditato, attraverso OKAY! ed ANMIL, presso il mondo della scuola, le famiglie degli alunni e le istituzioni, come una “realtà amica e di servizio” portando all’attenzione temi e realtà dal forte impatto sociale.

Anche in questa edizione, attraverso una pagina speciale dedicata all’innovativo PROGETTO ICARO ideato da ANMIL nelle scuole primarie l’Associazione si proporrà come realtà di riferimento per l’informazione e la sensibilizzazione su tematiche che, come quelle della prevenzione degli incidenti sul lavoro, coinvolgono in modo sempre più vivo e stringente tutta la società.

In definitiva, PRIMI IN SICUREZZA continuerà a segnalarsi come un’esperienza che permetterà ai giovanissimi di cogliere la realtà che li circonda, di porsi domande sul mondo del lavoro e sui temi della prevenzione.

Con la sua collaudata formula, che ha consentito di raccogliere e registrare grandi consensi e risultati in termini di qualità e di quantità, OKAY! esplicherà gli obiettivi sopra indicati continuando a coinvolgere le scuole affinché affrontino una realtà per certi aspetti nuova, come quella della sicurezza e della prevenzione. Sarà questa la “mission” di base della “campagna”.

Lo stesso PROGETTO ICARO di ANMIL - che Primi in Sicurezza sosterrà e diffonderà - sarà l'elemento innovativo di una “campagna” che prevede interventi diretti nelle stesse classi scolastiche da parte di operatori e collaboratori dell'Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati ed Invalidi del Lavoro.

La grande novità della XIII edizione è rappresentata dalla sezione “Tutti in RAP (Ridurre Anzi Prevenire)” per dire basta agli infortuni sul lavoro che, attraverso la realizzazione di composizioni musicali e testuali in stile rap, genere tanto amato dai giovani, inviterà i ragazzi ad interpretare, con il proprio “linguaggio”, l’esigenza e l’urgenza di prevenire gli incidenti sul lavoro.