Primi in Sicurezza 2011 - 2012


Per informazioni: tel. 06 54196334 - fax: 06 5406776 - email: ufficio.stampa@anmil.it

Si è conclusa a Bergamo la X edizione del Concorso “Primi in sicurezza” promosso da Rossini Trading SPA, ANMIL e dal mensile “Okay!”

Roma, 29 maggio 2012 - Nel decennale di attività, l’iniziativa “Primi in Sicurezza” intende sottolineare la sua azione di promozione e sensibilizzazione per contrastare il fenomeno degli incidenti e degli infortuni sul lavoro attraverso la formazione delle giovani generazioni, un tema particolarmente sentito dall’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro).
La Cerimonia conclusiva del Concorso - durante la quale sono stati chiamati a premiare il Presidente Nazionale ANMIL Franco Bettoni e la signora Debora Spagnuolo, Associata dell’ANMIL e vedova di una vittima di infortunio sul lavoro - ha avuto luogo giovedì 31 maggio alle ore 10.30 presso la “Casa del Giovane” di Bergamo.
Per l’occasione si riuniranno centinaia di studenti da tutta Italia - in primis gli alunni e i docenti delle scuole premiate - per una giornata di vera e propria festa volta a celebrare nel migliore dei modi il decennale del Premio Emilio Rossini e “Ricominciare da… 10”, per costruire un futuro lavorativo in totale sicurezza.
Il Concorso - promosso da Rossini Trading, ANMIL ed il mensile “OK” - ha avuto come membri della giuria, incaricati di decretare le scuole vincitrici: Marco Rossini (Presidente e amministratore delegato di Rossini Trading) con le sorelle Wilma e Tiziana, Luigi Feliciani (Presidente provinciale ANMIL Bergamo), Roberto Alborghetti (Direttore di Okay!), Daniela Morandi (giornalista de “Il Corriere della Sera” ed. Bergamo), Micaela Vernice (giornalista de “L’Eco di Bergamo”), Claudio Chiari (Direttore di Video Bergamo) e Carlo Foresti (giornalista de “La Rassegna” e membro dell’ASCOM).
Ai quattro istituti scolastici che più si sono distinti per originalità, presa di coscienza e qualità nella presentazione dei propri elaborati sono state consegnate le medaglie del Presidente della Repubblica, che testimoniano l’importanza dell’iniziativa sia a livello Nazionale che Europeo. Oltre a questi speciali riconoscimenti, è stato assegnato alle scuole vincitrici del materiale didattico che rimarrà a disposizione delle stesse per le attività interne dell’istituto.
Da Nord a Sud, da Est a Ovest della Penisola, sono state più di 200 le scuole che hanno partecipato all’edizione di quest’anno. La Commissione giudicatrice si è trovata a fare i conti con un numero altissimo di elaborati, oltre 1.500 tra questionari, ricerche, spot, videoclip, t-shirt, canzoni, filastrocche, disegni e cartelloni, tutti portatori di un messaggio importante: prevenire gli infortuni con una radicata e consapevole cultura della sicurezza, sia sui luoghi di lavoro sia nell’ambito scolastico.
La manifestazione ha coinvolto negli anni quasi 3.000 scuole e oltre 1.000.000 di giovani che hanno affrontato con grande serietà e impegno il tema della sicurezza negli ambienti di lavoro. L'obiettivo è stato così raggiunto: far riflettere su un argomento impegnativo coinvolgendo direttamente gli studenti, i lavoratori e i datori di lavoro di domani.
L’iniziativa si è guadagnata negli anni il Patrocinio della Commissione Europea, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero del Lavoro, del Consiglio Regionale della Lombardia, della Provincia di Bergamo, del Prefetto di Bergamo, dell’Ufficio Scolastico Provinciale, del Comune di Bergamo, di Confindustria Bergamo, della Camera di Commercio di Bergamo, di Sistema Moda Italia, dell’ANMIL, dell’Associazione Carabinieri in Servizio Pastrengo, di AssoSic (Associazione italiana fabbricanti e commercianti prodotti antinfortunistici) e dell’AIPAA (Associazione Italiana per l’Anticaduta e l’Antinfortunistica). 

Per informazioni sull’iniziativa è possibile consultare i siti www.anmil.it e  www.priminsicurezza.it