Un libro per la sicurezza che aiuta l'ANMIL 

 


Per informazioni: tel. 06 54196334 - fax: 06 5402248 - email: ufficio.stampa@anmil.it

Acquista il volume di Umberto Saccone, "La security aziendale nell'ordinamento italiano"
E' possibile acquistare il libro anche presso la Sede Centrale ANMIL in V. Adolfo Ravà 124.

 

Per aiutare l’Associazione:
conto corrente
IBAN IT53P0200805134000001884678
intestato a:
ANMIL Direzione Generale
CF: 80042630584

Causale: SOSTEGNO VITTIME DEL LAVORO
Via Adolfo Ravà 124
00142

Roma 

  

LA SECURITY AZIENDALE NELL'ORDINAMENTO ITALIANO

“Sicurezza aziendale” (security) e “sicurezza dei lavoratori” (safety), trattate non come due elementi in contrapposizione, ma come esigenze che possono e devono convivere all’interno di un’impresa. Questo è il cuore del libro di Umberto Saccone “La security aziendale nell’ordinamento italiano”, edito dal Sole 24 Ore e venduto online grazie alla Fondazione Hi-Care.

Del libro si è parlato lo scorso 16 dicembre a Milano, nel corso della riunione della Fondazione Hi-Care, presieduta da Gianna Detoni. All’incontro ha partecipato il Presidente ANMIL della sezione di Pavia Walter Ferrari.
A gennaio sono previsti due nuovi incontri, a Roma e Milano, nel corso dei quali Umberto Saccone presenterà il suo lavoro.

 L’AUTORE – Una carriera dedicata al tema della sicurezza, nelle sue declinazioni più avanzate, come quelle che riguardano la privacy o le nuove tecnologie. Umberto Saccone è Direttore di Eni Security e professore a contratto di Scienze Sociali Applicate – Scienze della criminalità e tecnologie della Sicurezza all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Nella stessa Università e in un altro prestigioso ateneo come il Campus Biomedico di Roma è inoltre componente del Comitato Scientifico. Fa parte poi di numerosi fori delle Oil Company, come il G7 e l’OCSC. Saccone ha iniziato la sua carriera negli anni ’70 nell’Arma dei Carabinieri, dalla quale si è congedato nel 2006. E’ Commendatore Ordine al Merito della Repubblica italiana.

AIUTA L’ANMIL – Umberto Saccone ha scelto di devolvere l’80% del ricavato del volume all’ANMIL. Un modo in più per aiutare un’associazione che da quasi 70 anni tutela le vittime di incidenti sul lavoro ed è impegnata nella prevenzione degli infortuni.