Dettagli articolo

Ieri tre gravi incidenti sul lavoro: a Trieste un operaio perde una mano, a Penne (Pescara) un 32enne sbatte violentemente la testa, a Merone dipendente rimane con il braccio incastrato in un macchinario >>
 
Data: 10/11/2017
 

Nella giornata di ieri, in zona Porto Vecchio a Trieste, un operaio di 41 anni, P.S. le iniziali, è rimasto gravemente ferito ad un braccio: secondo una prima ricostruzione una leva lo avrebbe colpito amputandogli quasi integralmente una mano. Ancora ignote le cause dell'infortunio.
Sul posto è tempestivamente giunta un'ambulanza. Successivamente l'uomo è stato trasportato con l'elisoccorso in un centro specializzato di Pordenone.

Sempre ieri, a Penne in provincia di Pescara, un giovane dipendente di una ditta individuale, si trovava in contrada Mallo mentre stava riparando un escavatore. Durante le operazioni di sosituzione di una benna, l'uomo sarebbe scivolato andando a sbattere violentemente la testa. Dopo gli immediati soccorsi, l'uomo è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico nel reparto di Neurochirurgia all'ospedale pescarese. 

A Merone (Como), sempre il 9 novembre, un uomo di 54 anni, dipendente di una fabbrica tessile, è rimasto con il braccio incastrato in un macchinario. Portato d'urgenza al pronto soccorso, l'uomo sembrerebbe in gravissime condizioni. Sulla vicenda investigano i carabinieri di Erba.

 

Indietro

GestCookies