Notizie
Eventi    
giovedì 6 ottobre 2016
66ª Giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro >>

lunedì 12 dicembre 2011
Giornata Promozionale Vela per disabili del lavoro INAIL ed ANMIL: Lovere 01/10/2011

Domenica 2 Ottobre 2011 si è svolta all’interno del Porto Turistico di Lovere , dove hanno  sede AVAS  (Associazione Vela Alto Sebino) e DISVELA, la prima giornata promozionale di vela per  disabili del  lavoro   INAIL ed ANMIL provenienti da tutta la Regione Lombardia.
Il progetto prevedeva l’articolazione dell’evento su 2 giornate (sabato e domenica) per un totale di 72 partecipanti potenziali ma, per valorizzare la partecipazione,  si è optato per una sola giornata a cui hanno preso parte complessivamente 51 persine di 23 assistiti reperiti tramite l’ANMIL.

La splendida e soleggiata   giornata,  di caldo  ancora estivo,   è iniziata, come da programma, verso le ore 10.00 con la registrazione dei partecipanti  e, per rendere l’accoglienza più cordiale , sono stati offerti ai partecipanti: caffè e brioches. L’attività è, poi, proseguita verso le 10.30, con la lezione teorica,  dove sono state date sia le informazioni sulla tipologia delle barche che le persone disabili possono utilizzare , sia i primi rudimenti della navigazione a vela con i  concetti di base  per la  sicurezza a bordo.

Alla fine della lezione teorica i convenuti si sono ritrovati sul piazzale antistante la sede del circolo velico dove i  rappresentanti degli  Enti presenti hanno portato i loro saluti ed i ringraziamenti a quanti  hanno permesso lo svolgersi di questa giornata. I presenti hanno ricevuto, in omaggio,  dagli Organizzatori, i gadget a ricordo della loro partecipazione all'evento.

I presenti, successivamente, si sono  ritrovati presso il Ristorante convenzionato, situato nelle immediate adiacenze del   Porto Turistico, dove è stato loro  servito un pasto completo prima di imbarcarsi per   la prova pratica.

Presso lo spazio antistante il molo si è provveduto a raggruppare i partecipanti in  quantità numerica  appropriata per ogni barca ed a  dotarli di  giubbini  salvagente, elemento indispensabile oltre che  obbligatorio, per una maggiore sicurezza in barca.

Il trasferimento in barca, di  facile accesso per le persone deambulanti, è stato reso il più semplice  possibile e  meno faticoso anche per le persone costrette in  carrozzina grazie all'ausilio della  “gruetta” acquistata con i fondi elargiti dall’INAIL.

Il pomeriggio, grazie anche al protrarsi della bella giornata ed ad un inizio di leggera brezza, ha permesso a tutti i partecipanti di poter provare l’ebbrezza della vela. Per ogni barca  un Istruttore, dotato di una disponibilità non comune,  dopo avere mostrato come si conduce la  barca, con evoluzioni degne di Luna Rossa, ha permesso ad ogni allievo, sempre sotto il suo diretto  controllo e la sua attenta   supervisione, di poterla manovrare in autonomia.

Alle 17.30, al rientro delle barche in porto , tutti i partecipanti hanno espresso grande soddisfazione ed  apprezzamento per la giornata, ben organizzata, manifestando  la volontà di poter riprovare questa positiva esperienza in futuro.

lunedì 12 dicembre 2011
Giornata INAIL: Piloti per un Giorno – 15 ottobre 2011

Sabato 15 ottobre 2011 si è svolta, presso l’Aviosuperficie di Cogliate, la Giornata Piloti per un Giorno” alla quale hanno partecipato 30 assistiti INAIL e ANMIL provenienti da tutta la Regione Lombardia. La giornata è iniziata alle ore 9 con l’accredito dei partecipanti i quali hanno ricevuto, come regalo di benvenuto, un cappellino del WEFLY! TEAM, dilettantistica sportiva organizzatrice e promotrice di questo evento. Per rendere l’accoglienza ancora più calorosa i collaboratori del WEFLY!TEAM hanno allestito un rifornito  bar dove gli assistiti si sono potuti rifocillare gustando ottime torte casalinghe e bevendo del buon caffè.

Come introduzione alla giornata è stata impartita,a tutti i partecipanti, una lezione teorica sui principi del volo e sulle molteplici possibilità di volare per persone con disabilità fisiche attraverso l’adattamento dei comandi di volo.

A seguire è stato dato il via ai “Battesimi dell’Aria”. Tre ultraleggeri sono stati messi a disposizione per permettere a tutti e 30 gli assistiti INAIL  ed ANMIL di compiere  un volo della durata di 20 minuti per ciascuno. A turno, ogni partecipante, è salito sull’ultraleggero come passeggero. Gli esperti piloti, al comando dei tre velivoli, erano Alessandro Paleri, Leader e Team Manager del WEFLY! TEAM, Marco Cherubini,  Gregario sinistro e Presidente WEFLY! TEAM e Roberto Stefanelli, Istruttore di volo della Scuola Vittoria Alata del campo volo di Cogliate.

Durante la mattinata anche il terzo componente della pattuglia del WEFLY! TEAM, Erich Kustatscher, ha raggiunto il campo volo di Cogliate e, prima di pranzo, tutti i partecipanti alla Giornata INAIL “Piloti per un Giorno” hanno potuto assistere alla splendida esibizione acrobatica del team. Il Display è durato ben 20 minuti, durante il quale il pubblico ha potuto ammirare manovre di “voltige” , danza sincronizzata dei tre velivoli.

Degno di nota è il fatto che WEFLY!TEAM è l’unica pattuglia al mondo su ultraleggeri composta da piloti disabili. La loro missione è quella di diffondere il messaggio “Si, volare si può” attraverso la partecipazione ad air-schow nazionali e internazionali e mediante l’organizzazione di stages di promozione.

A seguito dell’emozionante ed impressionante esibizione è stato servito il pranzo durante il quale gli assistiti hanno potuto scambiarsi le impressioni di volo.

Successivamente sono stati ripresi i “Battesimi dell’Aria” che si sono conclusi verso le ore 17,00 del pomeriggio con i voli riservati alle Autorità presenti alla Giornata: Manuela Ferrario, Assistente Sociale INAIL di Lodi, Pierangelo Santelli, Presidente del Comitato Paralimpico Regionale Lombardia, Francesco Mondini, Referente CIP nei rapporti con l’INAIL e Walter Ferrari, Presidente Regionale ANMIL della Lombardia.

A fine giornata ogni assistito INAIL ed ANMIL ha ricevuto  in ricordo della bellissima esperienza, un attestato di  partecipazione ed un portachiavi. Per arricchire, ancora di più, il clima di festa che si era creato è stato organizzato un ricco aperitivo per un brindisi finale a conclusione di  una bellissima giornata, ricca di emozioni.

giovedì 15 luglio 2010
Convegno a Codogno (LO)
Lo scorso 9 Luglio c.a. presso la Sala Giuseppe Pezzulli di Codogno si è svolto l’importante convegno intitolato: “Lavoro Ambiente” come tutelarci dall’amianto e dai rischi che comporta, organizzato dall’ANMIL Regionale in collaborazione con la Sede Provinciale di Lodi. Per l’attualissimo tema di notevole interesse sociale, il convegno ha riscontrato una grande affluenza di pubblico. Relatori di autorevole spicco si sono succeduti nella dettagliata esposizione tecnica e medica di quelle che sono le terribili conseguenze negative dell’esposizione alle fibre aerodispersive prodotte dall’impiego dell’amianto.
All’apertura dei lavori il Sindaco di Codogno, sig. Dossena Emanuele, ha portato i saluti del Comune. Successivamente l’intervento del Vice Prefetto di Lodi, Sig.ra Padovano Maria Rosaria. Al Presidente Provinciale di Lodi il compito di introdurre i lavori del convegno. Si sono poi susseguiti in veste di relatori i sigg.: Saretto Gianni del Dipartimento Sanità e Prevenzione presso la Regione Lombardia, il Sig. Ariano Eugenio Responsabile del Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro dell’ASL di Lodi, l’Oncologo Franchi Roberto Responsabile Day Hospital presso l’Ospedale di Casalpusterlengo, il Direttore Provinciale dell’INAIL di Pavia e di Lodi, Sig.ra Gentile Giuseppina, e il Sig. Galmozzi Pierangelo Consulente Legale dell’ANMIL di Lodi.
Sono poi intervenuti i Sigg.: Ucci Giovanni Direttore del Dipartimento Oncologico dell’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, il Sig. Ferrari Alfredo Assessore alla Provincia di Lodi, il Sig. Piatti Luigi Senatore della Repubblica Italiana e Vanelli Rossella Assessore alla Famiglia e Solidarietà Sociale del Comune di Codogno.
In chiusura le conclusioni del Presdietne Regionale Ferrari Walter.
giovedì 15 luglio 2010
Convegno a Palazzolo sull'Oglio (BS)
Il Consiglio Regionale ANMIL della Lombardia ha organizzato, in collaborazione con la Sezione Provinciale di Brescia, il Convegno intitolato “Salute e sicurezza sul lavoro nelle piccole e medie imprese”. L’iniziativa ha avuto luogo lo scorso 18 Giugno 2010 presso la Sala Civica del Comune di Palazzolo Sull’Oglio. Dopo i saluti del Sindaco di Palazzolo, Sig. Sala Alessandro, del Sig. Peli Aristide, Assessore Provinciale alla Pubblica Istruzione, e del Consigliere Comunale incaricato alla Politiche Giovanili, Sig.ra Grasso Selina,  il Presidente Provinciale ANMIL, sig. Piovanelli Angelo, ha ringraziato i presenti per la loro partecipazione.
A cura del Presidente Regionale, sig. Ferrari Walter, l’introduzione ai lavori del convegno. Di notevole rilievo gli interventi dei relatori quali: il sig. Archetti Giorgio del Collegio Costruttori di Brescia, il Sig. Barela Francesco – Direttore Regionale dell’INAIL della Lombardia, il Sig. Cacace Massimo del Dipartimento Prevenzione e Sicurezza dell’ASL di Brescia, il Sig. Zaltieri Renato – Segretario Provinciale CISL di Brescia ed il Sig. Filippini Enea   esponente  di API Brescia.
Moderatore il Sig. Riva Noris – Consigliere Nazionale ANMIL.
Il compito di chiudere il convegno è toccato al Presidente Nazionale Sig. Bettoni Franco.
lunedì 15 marzo 2010
20^ Giornata regionale
 

 

Si è svolta lo scorso 7 marzo, a Milano, la 20a Giornata Regionale Dedicata alle Vittime degli Incidenti sul Lavoro. L’imponente manifestazione, che ha visto l’adesione  di oltre millecinquecento  associati, provenienti dall’intera regione lombarda, ha avuto inizio sul piazzale del suggestivo Duomo di Milano, punto di ritrovo dei partecipanti. La significativa e toccante funzione religiosa, officiata da S.E. Monsignor Marco Ferrari, è stata caratterizzata dalla lettura del messaggio, inviato da S.E. il Cardinale Dionigi Tettamanzi al Presidente Regionale Walter Ferrari, nel quale ha espresso gratitudine agli infortunati sul lavoro ed ai familiari degli stessi per la loro testimonianza di virtù civile ed esternato sentimenti di vicinanza alla categoria.
Dopo la S.Messa gli associati hanno sfilato in corteo per le vie cittadine, con a capo il Gonfalone della Regione Lombardia, seguito dalla banda musicale  Santa Cecilia di Cinisello Balsamo per raggiungere l’Auditorium San Fedele presso il quale si è tenuta la cerimonia civile; imponente lo spiegamento di gonfaloni  dei Comuni limitrofi di Milano e delle  bandiere associative delle varie sezioni, delle sottosezioni e delegazioni comunali delle province lombarde.
Relatori di spicco hanno preso parte al momento istituzionale. Era presente la massima autorità regionale nella persona del suo Presidente il Dott. Roberto Formigoni. In rappresentanza del Comune di Milano ha partecipato il Vice Sindaco di Milano Dr. Riccardo Decorato. Inoltre sono intervenuti il Dr. Filippo Penati Capogruppo alla Provincia di Milano; il Dott. Gianluigi Petteni, Segretario Generale CISL Lombardia, quale portavoce delle OO. SS. CISL, CGIL, UIL, il Sen Luigi Fabbri, Consigliere Ministero del Lavoro ed il Presidente Nazionale ANMIL Franco Bettoni.
Graditissimi ospiti, oltre alle Autorità Militari, i Consiglieri di Regione Lombardia Alessandro Colucci, Carlo Porcari e Sante Zuffada oltre al Sen. Antonio Pizzicato ed ai Sindaci di alcuni comuni dell’hinterland milanese.
Purtroppo assente, per motivi di salute, il Dott. Francesco Barela Direttore Regionale INAIL, che ha ricevuto gli auguri di pronta guarigione dall’intera platea.
Al Vice Presidente Provinciale Fredda Vittorio l’onore di aprire i lavori. Dopo i saluti, di rito, ha rimarcato la necessità di una sempre più incisiva sensibilizzazione delle forze politiche, imprenditoriali e sindacali per eliminare il fenomeno degli infortuni sul lavoro, fenomeno per il quale la Lombardia detiene un triste primato.
Il Vice Sindaco Riccardo De Corato ha elogiato l’operato dell’ANMIL ed ha evidenziato la grande attenzione posta dal Comune di Milano, capitale del lavoro, sul tema della sicurezza, segnalando a tale proposito che è stato istituito, presso il Tribunale di Milano, un osservatorio per studiare ed approfondire la materia per diffondere la legalità e la tutela del lavoro, la cultura della prevenzione, la formazione e l’informazione.
Dopo i necessari ringraziamenti, il Presidente Regionale Walter Ferrari, evidenziando il fatto che la 20a Giornata Regionale è stata intitolata “Expo 2015, zero morti sul lavoro”, grande sfida in grado di attrarre nuovi investimenti nonché di incrementare l’occupazione ha chiesto l’impegno di tutti affinchè vengano posti in sicurezza tutti i cantieri e si vigili nel rispetto delle regole in particolare sulla correttezza delle assunzioni e sulla regolarità degli appalti.
Ha inoltre delineato un’ampia panoramica sugli obiettivi che l’ANMIL intende perseguire. Ha fatto rilevare le problematiche che riguardano i trasporti pubblici in Lombardia e la mancata fruizione gratuita, da parte dei disabili, dei parcheggi non riservati.
Il Presidente Regionale ha rivolto un particolare pensiero alle lavoratrici che hanno subito un infortunio sul lavoro o una malattia professionale nella  ricorrenza dell’8 marzo, ricordando il grave disastro occorso nel lontano 1908 alla Cotton di New York che costò la vita di 129 giovani operaie.
Ha poi ritenuto segnalare, con evidente rammarico, la mancata partecipazione alla 20a Giornata Regionale dell’Amministrazione Provinciale di Milano dovuta ad una mera incomprensione. Infine ha condannato la proposta di legge dell’On. Boccuzzi relativa all’istituzione di una giornata della memoria degli incidenti sul lavoro.
Successivamente il Governatore della Regione Lombardia Roberto Formigoni ha evidenziato quanta attenzione e riflessione ha posto l’opinione pubblica negli ultimi anni riguardo al fenomeno degli incidenti sul lavoro e quanto positivo sia questo balzo in avanti rispetto ad una certa perplessità riscontrata in passato. Ha poi evidenziato l’importanza del piano triennale regionale per la sicurezza in Regione Lombardia che ha, quale obiettivo, l’abbattimento dell’incidenza delle vittime del lavoro e l’importanza dei piani di prevenzione integrati, operanti dal 2007, che con la collaborazione delle ASL agiscono in costante regime di controllo e vigilanza. Ha infine, assicurato, anche per il futuro, la consolidata collaborazione della Regione Lombardia con l’ANMIL regionale.
Il Consigliere Provinciale Filippo Penati ha posto l’accento sulla grave crisi economica in cui versa il nostro Paese che ha prodotto esiti negativi sull’occupazione e dato così vita ad una vera e propria crisi sociale. Con ANMIL, ha aggiunto, è necessario collaborare istituendo tavoli bilaterali di concertazione per definire le politiche per la sicurezza dei posti di lavoro e per studiare soluzioni comuni per uscire dalla crisi.
Per Expo 2015 è intervenuto il Responsabile del personale Luciano Graziotti  che, ricordando lo slogan della 20a Giornata Lombarda “Expo 2015, zero morti sul lavoro”, ha rimarcato l’impegno indefettibile ed inderogabile di azzerare l’incidenza degli infortuni sul lavoro che Lucio Stanca, Presidente di Expo, e tutto lo staff dirigenziale ed operativo hanno in animo di realizzare.
A nome delle OO. SS. è intervenuto Gianluigi Petteni, da sempre vicino alle problematiche della categoria, che ha assicurato l’impegno delle forze sindacali nel dare spazio alla nostra organizzazione. Si è soffermato sul reinserimento lavorativo degli infortunati sul lavoro evidenziando, che in questo periodo di crisi, il mondo del lavoro adotta una politica al ribasso inadeguata ed inaccettabile ed ha affermato che è un diritto lavorare in condizioni di dignità, di qualità e di sicurezza.
Il Consigliere del Ministro del Lavoro Luigi Fabbri ha fatto rilevare che il maggior deterrente per scongiurare il fenomeno degli infortuni sul lavoro sono la formazione e l’istruzione (molte volte i lavoratori sono stranieri ed isolati per la non conoscenza della lingua). Fondamentale, ha concluso, è la vigilanza dell’educazione al lavoro sin dall’ambito scolastico e l’ANMIL, a suo avviso, è senza dubbio il maggior ente certificatore fra domanda ed offerta del lavoro.
Le conclusioni sono toccate al Presidente Nazionale Franco Bettoni che ha ringraziato tutte le Istituzioni e le Forze Sindacali sempre molto vicine all’Associazione ed attente alle iniziative e rivendicazioni da intraprendere. Ha voluto poi ricordare il toccante e commovente incontro che l’ANMIL ha avuto, di recente, con il Capo dello Stato che in ogni occasione dimostra il massimo interesse alla prevenzione e sicurezza del lavoro.
 
 

 

mercoledì 10 febbraio 2010
3 febbraio 2010 – Presentazione progetto SILOS presso l’IPSSCP “Bertarelli”
Erano presenti:
INAIL: Dott. Barela (Direttore regionale), Dott.ssa Stefania Donadio (in sostituzione della referente Inail Marina Corvascio).
ANMIL: Sig. Walter Ferrari (Presidente regionale Anmil Lombardia), Sig. Vittorio Faedda (vice Presidente provinciale Anmil Milano), Sig. Francesco La Canna (consigliere provinciale Anmil Milano), Dott.ssa Stefania Lazzaroni (collaboratrice per l’Agenzia del Lavoro – ANMIL Milano).
Classi IV e V dell’istituto insieme ad alcuni docenti.
Dopo una preliminare introduzione relativa al Progetto Silos ad opera del Dirigente Scolastico, Prof .ssa Giuditta Pieti, la parola è passata all’ANMIL, nella persona del Sig. Walter Ferrari, che ha iniziato a presentare l’associazione, la sua storia e la sua missione. Contemporaneamente venivano mostrate e commentate agli studenti e agli insegnanti presenti all’evento, le slides del CD inerente la presentazione di Silos, quindi i filmati di Info-Safety e quelli della campagna per la sicurezza dei giovani sul lavoro.
E' seguito quindi l’intervento del Direttore dell’INAIL, Dott. Barela, che ha velocemente tratteggiato le caratteristiche principali dell’istituto e, successivamente, la Dott.ssa Donadio ha proceduto a mostrare una serie di slides concernenti le prestazioni erogate dall’Inail, le sue attività nel campo della consulenza, dell’assistenza e della prevenzione degli infortuni, concludendo con la visione di alcuni spot appositamente creati per i giovani nel mondo del lavoro.
Al termine dei due interventi, la Prof.ssa Siliprandi, docente referente e coordinatore per l’istituto, ha ribadito l’importanza formativa di Silos e l’entusiasmo con il quale tale progetto è stato accolto dai colleghi e dagli studenti, affermando che il materiale didattico specifico per le singole discipline e caricato sul sito rappresenta una proposta che non esclude la possibilità di presentare ai ragazzi altri spunti ed idee; in merito alla sua disciplina (Economia aziendale), la Prof.ssa ha inoltre sottolineato che ha avuto già modo di affrontare il tema della sicurezza nel mondo dell’organizzazione aziendale e, in futuro, esso verrà trattato e sviluppato ulteriormente.
Successivamente sono intervenuti, in riferimento alle proprie materie (storia dell’arte e lettere), altri due docenti che hanno esposto il proprio approccio didattico al tema della sicurezza.
Infine, a conclusione della mattinata, sono stati mostrati ai ragazzi, per iniziativa del Sig. Ferrari, altri video concernenti  il mondo del lavoro ed i giovani. Sia i docenti che i ragazzi hanno mostrato attenzione e coinvolgimento per il Progetto.
giovedì 19 novembre 2009
Presentazione indagine conoscitiva sui bisogni dei grandi invalidi del lavoro in Lombardia
Milano - Presso la Regione Lombardia – Sala B – di Via Pola n.11, alla presenza dei rappresentanti ANMIL delle dodici province lombarde e di numerosi grandi invalidi del lavoro si è svolta la tavola rotonda di presentazione dell’indagine conoscitiva sui bisogni dei grandi invalidi del lavoro in Lombardia relativa al progetto regionale: "Rilevazione in Lombardia del bisogno di attrezzature domotiche che favoriscano la vivibilità dell’ambiente domestico e che migliorino la qualità della vita dei Grandi Invalidi del Lavoro”. Il Presidente Nazionale  Franco Bettoni ha aperto i lavori portando un saluto ai presenti e rivolgendo parole di elogio al Consiglio Regionale per l’iniziativa meritevole di approfondimento. Successivamente è intervenuto il Presidente Regionale Walter Ferrari per una breve presentazione del progetto, fortemente voluto dal Consiglio Regionale stesso, per una maggiore visibilità dei bisogni quotidiani dei soggetti più duramente colpiti da infortunio o malattia professionale. La Dott.ssa Rosella Petrali – Dirigente U.O. Sistema sociale – Direzione Famiglia della Regione Lombardia ha fatto rilevare  la valenza del progetto presentato, che ha consentito di acquisire elementi utili alla realizzazione degli obiettivi regionali ampliando la conoscenza delle esigenze delle persone con grave disabilità rispetto alla possibilità di usufruire al meglio dell’ambiente domestico e di acquisire informazioni approfondite in merito agli ausili maggiormente idonei per favorire l’autonomia delle persone disabili. Il consulente dr. Paolo Colli, che ha curato la realizzazione del progetto, ha illustrato, attraverso la proiezioni di slides, le varie fasi dell’indagine soffermandosi sulla diversificazione delle effettive necessità di ausili in base alle molteplicità delle caratteristiche strutturali personali e delle soggettive difficoltà, evidenziando la necessità di una attenta progettazione ad hoc conseguente ad una precisa analisi dei bisogni che, con pochi accorgimenti, possa permettere diversi tipi di ausilio. Il Dr. Andrea Piccolini, consulente cui è stata affidata la parte tecnica del progetto, ha sottolineato, nel suo intervento, quali siano le caratteristiche tratte dall’analisi descrittiva e le considerazioni sulle risposte in base alle difficoltà specifiche riferite alle singole tipologie abitative e familiari del grandi invalidi del lavoro. Il Funzionario INAIL della Lombardia  Dr. Biagio Principe ha illustrato l’importanza del Punto Cliente Centro Protesi INAIL, per la fornitura di ausili, sorto a Milano che, attraverso la collaborazione di diverse figure professionali, è nato come risposta concreta alla richiesta di avvicinare agli infortunati sul lavoro i servizi offerti dal Centro Protesi di Vigorso di Budrio. L’Ing. Rinaldo Sacchetti Technical Director e l’Ing. Angelo Davalli del Centro Protesico di Vigorso di Budrio si sono soffermati sulle reali risposte che il Centro INAIL fornisce per una migliore qualità della vita sociale e affettiva del portatore di handicap grave ed hanno illustrato quali miglioramenti e benefici abbiano ottenuto, attraverso l’automatizzazione di una serie di operazioni all’interno dell’abitazione con l’uso delle tecnologie della domotica,  alcuni soggetti che presentavano gravi patologie a livello di mobilità e sensoriali. Il Presidente Regionale Walter Ferrari, nel suo intervento conclusivo, ha rimarcato l’importanza dell’indagine affinché si inneschi un circuito virtuoso, a livello locale e nazionale, che consenta di mirare gli interventi, con risposte concrete, in base alle peculiari necessità.
(Resoconto redatto a cura della sezione Anmil di Pavia)
sabato 8 agosto 2009
Commemorazione strage di Marcinelle

Charleroi - Alla presenza del direttore del Bois du Cazier, Jean-Luis Delaet, del Presidente della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini, e di una delegazione Anmil (Franco Bettoni, Walter Ferrari, Saverio Eberini, Luigi Feliciani, Enzo Franzini e Noris Riva) è stata inaugurata la targa donata dall’Associazione in memoria dei 262 lavoratori morti l’08 agosto del 1956, in seguito all’esplosione della miniera di carbone.

 

domenica 26 aprile 2009
19^ Giornata regionale

Brescia - La sede provinciale di Brescia ha organizzato l’evento, caratterizzato da un programma che è ormai consuetudine. Gli oltre 1.500 partecipanti, provenienti da tutte le province lombarde, si sono riuniti nel Duomo Nuovo di Brescia, in piazza Paolo VI, per la celebrazione della S. Messa. Terminata la funzione religiosa, gli intervenuti hanno percorso in corteo le vie cittadine per raggiungere il monumento ai caduti sul lavoro, in piazza Loggia, e deporre una corona di alloro. A seguire, ancora in corteo fino all’Auditorium San Barnaba, corso Magenta. Qui si è tenuta la cerimonia civile, che ha offerto importanti contributi di riflessione e sensibilizzazione sul problema degli infortuni sul lavoro, grazie ad autorevoli interventi.

venerdì 24 aprile 2009
Convegno sui rischi da esposizione all'amianto
Crema - “Amianto… come tutelarci dai rischi che comporta”. Questo il titolo del Convegno organizzato dall’ANMIL a Crema per fare il punto sulle situazioni drammatiche causate dall’amianto.
Il saluto del Presidente Provinciale ANMIL Mario Andrini, del Sindaco di Crema Bruno Bruttomesso e del Presidente Regionale ANMIL Walter Ferrari, hanno fatto da preludio alle significative relazioni del Responsabile dell’Unità Operativa dell’Azienda Ospedaliera di Crema Maurizio Grassi e del Direttore Servizi Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro ASL Cremona Anna Firmi, che hanno evidenziato le complesse problematiche irrisolte relativamente allo smaltimento dell’amianto, prevedendo che il 2015 sarà l’anno con il picco più alto di malati. Sono stati divulgati i dati relativi al piano regionale Amianto della Lombardia, che ha portato a una mappatura dei casi di mesotelioma certo e probabile. Di assoluto interesse l’intervento del Dirigente Medico della Direzione Regionale dell’INAIL Rossana Astengo. Gli apporti forniti dal Vice Prefetto di Cremona Emilia Giordano, dalla Sen. (Pd) Cinzia Fontana, dal Direttore Generale ASL Cremona Walter Locatelli, dal Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Crema Luigi Ablondi, dal Presidente della Provincia di Cremona Giuseppe Torchio e dall’Assessore Provinciale all’Ambiente ed Ecologia Giovanni Biondi, hanno sottolineato la necessità di convergenze operative fra i diversi soggetti.
Ha chiuso i lavori il Presidente Nazionale ANMIL Franco Bettoni, che ha messo in rilievo la preziosa attivazione della sezione di Cremona che ha saputo sollecitare sulle problematiche che investono la sicurezza dei lavoratori.
(Resoconto pubblicato su “Obiettivo Tutela” n.3 maggio/giugno 2009, redatto a cura della sezione Anmil di Cremona)